D’Attore: “Unico voto utile è quello a Liberi e Uguali per una sinistra di governo forte”

PISA – “Il voto utile è quello a Liberi e Uguali, per una sinistra di governo forte che argini l’inciucio destra-Pd e il fronte populista rappresentato da Lega e Movimento 5 Stelle”, a dirlo l’esponente nazionale di LeU Alfredo D’Attorre intervenuto giovedì 25 GENNAIO, con Paolo Fontanelli all’Arci La Perla di Montecalvoli, nel comune di Santa Maria a Monte, dove il coordinamento LeU del Valdarno inferiore ha deciso di far partire gli incontri di presentazione della lista che candidata alle politiche del 4 marzo.

“Con Liberi e Uguali ci ricolleghiamo finalmente a quell’impegno di fondo, genuino e partecipato, che ognuno di noi a sempre messo in politica, in un visione di sinistra sociale forte per il Paese, per i nostri territori – prosegue D’Attorre -. Siamo l’unica vera alternativa all’accozzaglia che è la coalizione del Pd e i suoi alleati, che non si può più definire centrosinistra, ma un chiaro progetto di centro di cui il Paese non ha affatto bisogno, specialmente in una fase complessa come questa. E lo dico senza mezzi termini: questo progetto non è un passaggio elettorale, Liberi e Uguali si candida non solo alle elezioni, ma anche per essere un partito di sinistra oltre la lista elettorale “.

Il candidato Paolo Fontanelli ha affrontato la questione sociale del Paese e dei territori. “Non dobbiamo raccontare storielle sulla situazione che sta vivendo il Paese, ci sono intere fasce sociali in sofferenza, dobbiamo pensare a coloro che vivono situazioni di povertà che stanno aumentando nonostante gli sbandierati dati sulla crescita. Dobbiamo pensare anche a chi oggi tiene botta ma rischia di impoverirsi domani, come una larghissima fascia della classe media, che sta faticando, per la troppa pressione fiscale, perché è costretta a ricorrere alla sanità privata in seguito alla crisi della sanità pubblica, fatta di liste d’attesa troppo lunghe o perché subisce un mercato del lavoro fatto di precariato, di sfruttamento e di stipendi miseri”. “Prendiamo atto del malessere che c’è – prosegue Fontanelli – e ce ne facciamo carico, invece di raccontare storielle a vanvera: l’obbiettivo che propone Liberi e Uguali è quello di combattere senza esitazioni le diseguaglianze e lo facciamo con una sfida di innovazione per la sinistra italiana ed europea. Il voto per Liberi e Uguali è per costruire una sinistra forte che incida nel cambiamento in positivo del nostro Paese. Servono voti per essere forti in Parlamento, ma la nostra battaglia principale deve essere quella di fare crescere sempre di più il nostro schieramento all’indomani del voto”.

La serata è stata conclusa dal dibattito con i cittadini intervenuti moderato da David Turini di LeU Santa Maria a Monte.

By