Davide Dionigi: “Campionato di serie B strano, ci vorrà grande concentrazione”

PISA – Il tecnico del Brescia Davide Dionigi, prossimo avversario del Pisa sabato 16 gennaio ore 14 all’Arena Anconetani, ha tenuto la consueta conferenza stampa parlando ai microfoni del portale della società bresciana.

di Maurizio Ficeli


Dionigi da la propria chiave di lettura su quale campionato si va a delineare per le rondinelle bresciane dopo la sosta anche alla luce delle novità di mercato: “È normale che dopo la sosta inizia per tutte le squadre un campionato diverso, direi però che inizierà dopo la chiusura del mercato, quindi bisogna attendere 12/13 giorni. C’è stata una mini preparazione dove abbiamo lavorato per 5/6 giorni di fila con continuità che verranno incrementati in seguito visto un’altra sosta che ci sarà“.  

Sul lavoro svolto: “Siamo rientrati prima del termine delle vacanze e di questo bisogna dare merito ai ragazzi che hanno dimostrato applicazione e voglia di lavorare per mettere benzina dentro, svolgendo anche un buon lavoro con carichi abbastanza importanti,da aumentare piano piano, cosa importante al fine di creare una mentalità di gruppo, cosa difficile da attuare con gare ogni due giorni “.

Sulla cessione di Torregrossa alla Sampdoria: “Sono state effettuate delle scelte dando a lui l’opportunità di fare un passo importante ed anzi la sua partenza è da considerarsi un motivo di orgoglio per la nostra società“.

Riguardo ai moduli tattici: “Abbiamo due fasi diverse dove abbiamo la possibilità di cambiare modulo sia per la fase difensiva e per quella dell’attacco, inoltre ci siamo dovuti adattare quando sono rientrati giocatori reduci da Covid ed infortuni vari ed inattività, poi dobbiamo lavorare riguardo alla fase di possesso palla che fino ad ora francamente non è stata all’altezza delle aspettative“.

Sulla gara di domani contro i nerazzurri: “Il campionato di serie B è strano, dove si fa fatica contro tutti oppure puoi raggiungere risultati che non ti aspetti e dove le partite sono tutte uguali, sono pochi casi scontati, dove puoi temere il Pisa per certi aspetti e ad esempio Monza, che affronteremo dopo i nerazzurri, per altri aspetti. Il nostro obiettivo è creare una mentalità di continuità per affrontare tutte le gare allo stesso modo, lo abbiamo fatto in alcune partite ed in altre no, quindi ci vorrà grande concentrazione, poi il risultato è frutto di episodi che come contro il Vicenza hanno talmente condizionato il risultato e quindi non parliamone più“. 

By