Davide Nesti presidente Axis: “La lavoratrice è stata licenziata regolarmente”

PISA – “La lavoratrice che ha protestato è stata licenziata regolarmente, seguendo le procedure previste dalla normativa e dopo avergli formulato due proposte di lavoro, entrambe rifiutate”. E’ secca la smentita del presidente della cooperativa sociale Axis Davide Nesti sulla protesta che si è svolta ieri, lunedi 23 ottobre, all’ex convento dei Cappuccini San Giusto.

“In una fase di riorganizzazione interna prima gli abbiamo proposto un turno di trenta ore settimanali in orario pomeridiano, e poi un altro di diciotto ore al mattino, sempre sul territorio cittadino, ma la lavoratrice, in questione, la cui iniziativa di protesta è stata presa all’insaputa delle organizzazioni sindacali, ha rifiutato tutte e due le ipotesi e dunque, sia pure a malincuore, non abbiamo avuto alternative” sottolinea il dirigente della cooperativa sociale che conta un centinaio di dipendenti, il trenta per cento dei quali in condizione di svantaggio e difficoltà. “Il licenziamento, però, è avvenuto seguendo la procedura prevista come ben sanno anche i sindacati ed è falso pure che la cooperativa non paga lo stipendio – conclude Nesti-. Per quanto riguarda gli stipendi, la cosa è vera che c’è un ritardo di due mesi, legato alla crisi di un nostro storico cliente, in procedure concorsuale, e che ci deve circa 300mila euro. Una situazione, comunque, che stiamo cercando di risolvere nel più breve tempo possibile”

Prendono le distanze dalla protesta anche gli altri soci lavoratori del settore pulizie della Axis: “Noi lavoratrici della cooperativa sociale Axis – hanno scritto in un messaggio inviato anche al consiglio d’amministrazione della cooperativa – asmentiamo di aver partecipato ad una protesta della quale ne disconosciamo le modalità, che va anche a scapito di noi stesse lavoratrici”

By