“Prima del Teatro” 2019 ci sarà grazie al contributo del Comune di Pisa

PISA – Presentata presso la sala stampa del Comune di Pisa la 35.ma edizione di “Prima del Teatro”: Scuola Europea per l’Arte dell’Attore, che avrà luogo dal 5 al 30 luglio prossimi a San Miniato.

di Giovanni Manenti

Comune, quest’ultimo, che ospita detta rassegna sin dal 1994, ma che quest’anno, per carenze finanziarie, non era in grado di fornire il consueto supporto economico, così che l’evento rischiava di essere annullato se non fosse intervenuto il Comune di Pisa che, sollecitato al riguardo dalla Dr.ssa Patrizia Paoletti Tangheroni, Presidente della “Fondazione Teatro Verdi di Pisa”, ha immediatamente recepito il messaggio e, con un contributo straordinario elargito alla medesima Fondazione, ha coperto le necessità finanziarie consentendo che la Manifestazione avesse luogo.

Sarebbe stato un vero peccato disperdere un patrimonio culturale costituito da un tradizionale appuntamento consolidatosi nel tempo ed unico in Europa nel settore, in quanto consente ad alcune tra le maggiori Accademie e Scuole di Teatro del Vecchio Continente di interfacciarsi attraverso laboratori teatrali e di scrittura (sia a carattere nazionale che internazionale) di altissima specializzazione, potendo così apprendere stili e tecniche di lavoro altrimenti impossibili da mettere in pratica. Ed in questa direzione che si colloca anche il titolo dell’evento, ovvero “Prima del Teatro”, in quanto queste tre settimane di incontri sono svincolate dal dover progettare uno spettacolo da mandare in scena, ma al contrario esse divengono un confronto teso a favorire l’apprendimento e la sperimentazione, aperto sia ad attori così come a registi, drammaturghi e pedagoghi, in maniera che sia docenti che allievi si fondino in un’unica finalità che ha per scopo il reciproco aggiornamento. Al riguardo, evidenziamo che sono ben 12 tra Scuole ed Accademie di Teatro, provenienti da 9 diversi Paesi europei, che hanno aderito a tale iniziativa, e più precisamente, trattasi delle: Guildhall School of Music and Drama (Londra); Ecole Nationale Superieure ENSATT (Lione); Institut National INSAS (Bruxelles); Accademia dei Filodrammatici (Milano); Danish National School of Performing Arts (Copenaghen); Universitat der Kunste (Berlino); Hochschule fur Musik und Theater (Amburgo); Accademia “La Cometa” (Roma); Institut del Teatre (Barcellona); Ecole du TNS (Strasburgo); Lithuanian Academy (Vilnius) ed Istituto Politecnico (Lisbona) per un totale complessivo di 210 partecipanti tra docenti, allievi, scrittori, attori, coreografi, interpreti e staff.

“È dal ’94 che il Teatro è il Capofila di questa iniziativa che vede Scuole Teatrali di tutta Europa invadere San Miniato, cosa che non sarebbe stato possibile averla senza il supporto economico del Comune di Pisa.

“Si tratta di un evento che determina una forte sinergia a livello culturale, di spettacolo e turistico – afferma il Sindaco Michele Conti – a dimostrazione che la nostra Amministrazione è sensibile a qualsiasi iniziativa che riguarda la cultura, anche se la presente si svolge ad oltre 40 chilometri di distanza, e potrebbe anche essere il primo passo per un progetto che coinvolga i maggiori Teatri a noi limitrofi, come quelli di Lucca e Livorno”.

 

“Le parole del Sindaco per sostenere la mia idea che non ci si debba limitare a degli aiuti saltuari – Chiosa la Paoletti – ma quantomeno stipulare delle Convenzioni a carattere triennale con varie realtà al fine di poter programmare degli eventi senza l’assillo di non sapere in anticipo se poter contare sul supporto finanziare o meno.

“A Pisa si respira un’aria di apprendimento – afferma Luca Biagiotti – cosa che evidenzio in quanto questo evento si colloca nell’offerta di formazione per giovani che vogliono cimentarsi come attori, tramite laboratori in cui docenti lavorano con circa 25 allievi incontrando vari stili di teatro che non potrebbero trovare nei loro singoli Paesi, con in più una novità denominata “Entreprenurship in Art”, progetto che si prefigge di offrire all’Europa una riforma delle Scuole di Teatro al fine di favorire gli studenti in un’ottica di favorire il successivo inserimento degli stessi nel Mondo dello spettacolo”.

C’è però la possibilità di partecipare – in un numero compreso tra 35 e 40 persone – anche da parte di nominativi che non provengono dalle scuole precedentemente citate e che sono comunque interessate ad iniziare un percorso pedagogico nelle Accademie di Teatro, i quali verranno scelti tramite un Concorso per iscriversi al quale devono indirizzare una email, con i propri dati e requisiti all’indirizzo primadelteatro@teatrodipisa.pi.it dove potranno altresì richiedere ogni tipo di informazione in merito all’evento, il cui programma prevede come tema del 2019 “The Story I need to tell” (traducibile con “Le storie che non ti ho detto”), attraverso 10 laboratori, di cui 4 internazionali ed altrettanti di scrittura, oltre ad uno propedeutico ed ad un ultimo dedicato all’imprenditorialità nell’arte, con tre dei quattro laboratori internazionali già definiti, denominati rispettivamente “Carpark Romances”, “Appunti per un naufragio” e “Racconti e messa in gioco di storie vissute; dall’intervista autobiografica alla creazione teatrale”.

By