Delibera di giunta per la variante urbanistica. Importanti passi avanti nei lavori per la nuova Arena Garibaldi

PISA – Una buona notizia per gli appassionati di calcio deriva dall’avvenuta approvazione, da parte della Giunta Comunale, della delibera relativa alla variante urbanistica in relazione ai lavori di ristrutturazione dell’Arena Garibaldi – “Stadio Romeo Anconetani”, pur se i tempi per l’inizio dei lavori sono ancora lontani dal definirsi e, con ogni probabilità, si procrastineranno ben oltre la prossima estate, se non addirittura per l’inizio del 2020.

di Giovanni Manenti 
Visibilmente soddisfatto comunque, per questo importante passo avanti realizzato, l’assessore ai lavori pubblici Raffaele Latrofa, che ha tenuto a sottolineare: “E’ una giornata fondamentale all’interno del cammino per la realizzazione del nuovo stadio in quanto si mette un punto fermo ed indispensabile, senza il quale sino ad ora si era sempre parlato di progetti ma senza avere in mano un qualcosa di realmente concreto, mentre viceversa oggi abbiamo approvato l’avvio del procedimento della variante urbanistica del piano strutturale e del regolamento urbanistico che sono i due strumenti di governo del territorio da parte del Comune, e contestualmente abbiamo altresì approvato l’avvio del procedimento della Valutazione Ambientale Strategica (la cosiddetta VAS), che, al contrario, è un documento presentato dal Pisa Sc, così che da oggi possono partire i due percorsi, ovverossia quello di approvazione della VAS e quello della variante urbanistica, peraltro con dei tempi previsti e normati dalla Legge, il tutto per arrivare ad una vera e propria approvazione delle varianti e la conseguente presentazione del progetto nel suo complesso, compreso ovviamente il Piano Economico Finanziario e per uno Stadio esecutivo come ad oggi ancora non è, confidando di poter quanto prima presentare un cronoprogramma esatto e ben definito, in modo tale che, come sempre, ad ogni passaggio vi sia trasparenza e consapevolezza da parte della cittadinanza“.
A questo punto, pertanto – prosegue Latrofa – i nostri uffici ed il Pisa devono proseguire in un lavoro parallelo, loro hanno il compito di completare gli studi che sono necessari per gli impatti ambientali per l’approvazione della VAS e noi di produrre i documenti per completare la variante, e solo quando tutto ciò sarà approvato vi sarà il progetto vero e proprio che dovrà essere completo anche del Piano Economico FinanziarioTengo a ribadire – aggiunge l’Assessore – come un nodo fondamentale per l’Amministrazione Comunale sia la riqualificazione del quartiere di Porta a Lucca, per il quale il progetto in questione rappresenta una grande opportunità, e la parte che il Comune riceverà in azioni del Fondo che dovrà accendere il finanziamento per la realizzazione dei lavori sarà esattamente pari al valore dello Stadio che conferiremo nel Fondo stessoPer quanto concerne la sottoscrizione della Convenzione tra il Comune ed il Pisa Calcio – conclude Raffaele Latrofa – confermo essere ad un ottimo punto per la relativa definizione, anche se non mi sbilancio più visto che l’ultima volta, allorché eravamo praticamente alla firma, ci sono stati dei piccoli dettagli che l’hanno impedita“.
By