Deliberato dalla Giunta l’atto di indirizzo per la riqualificazione funzionale ed ambientale dell’Arena Garibaldi. Pronta anche la convenzione

PISA – Comunicato agli organi di stampa, da parte degli assessori ai lavori pubblici Raffaele Latrofa e quello dell’urbanistica Massimo Dringoli, l’avvenuta assunzione, da parte della Giunta Comunale, della delibera per la riqualificazione funzionale ed Ambientale dell’Arena Garibaldi.

di Giovanni Manenti

Con tale delibera è stato pertanto dato mandato alla Direzione Urbanistica -mobilita del Comune di Pisa di predisporre gli atti per procedere all’avvio della variante al Piano Strutturale ed al Regolamento Urbanistico al momento che saranno stati verificati i documenti trasmessi dal soggetto proponente, vale a dire il Pisa Sc quale integrazione al progetto di ristrutturazione dell’impianto sportivo.

“Si è tenuta stamani la riunione di Giunta Comunale che all’unanimità – spiega l’assessore ai lavori pubblici Raffaele Latrofa – ha deliberato di dare mandato alla Direzione Urbanistica di predisporre gli atti per procedere all’avvio della variante al PS ed al RU al momento che saranno stati verificati i documenti trasmessi dal soggetto proponente, vale a dire il Pisa Sporting Club. Con questa delibera – continua Latrofa – viene a cessare ufficialmente la previsione di destinazione allo Stadio della zona di Ospedaletto e d’ora in avanti dovrà essere programmato e calendarizzato l’avvio dei lavori sulla scorta della documentazione la società Pisa Sc deve ancora presentare, ma quella assunta martedì 28 agosto è una delibera di matrice politica necessaria per il prosieguo delle operazioni che la precedente amministrazione non aveva portato a termine. La delibera assunta consente agli Uffici competenti di poter operare immediatamente non appena il Pisa Sc, presenterà la documentazione prevista e relativa alle infrastrutture, che dovrà essere esaminata dalle competenti funzioni per poi avere l’autorizzazione all’inizio dei lavori”.

SULLA CONVENZIONE. “Per quanto riguarda la Convenzione, visto che il Pisa sta giocando da due anni senza tale atto dovuto, siamo finalmente giunti alla definizione del testo concordato tra le parti e pertanto, svolti gli adempimenti del caso, ritengo che la stessa possa essere finalmente sottoscritta entro poche settimane”.

Prende la parola anche Massimo Dringoli – assessore all’urbanistica: “L’attività sportiva al mondo d’oggi non può prevedere una struttura da utilizzare una volta ogni 15gg. come sarebbe avvenuto in caso di costruzione dell’impianto nella zona di Ospedaletto, ed il fatto che nella zona di Porta a Lucca lo stadio sia già preesistente e l’interesse della Società Pisa Calcio alla ristrutturazione dell’impianto hanno fatto sì che fosse normale addivenire alla delibera che riflette la variante ad una variante agli atti di Pianificazione Urbanistica (Piano Strutturale e Regolarmento Urbanistica).
Quello che tutti auspichiamo è che da questa iniziativa di ristrutturazione dell’impianto sportivo e riqualificazione della zona circostante, si possa addivenire ad un miglioramento della qualità della vita del quartiere cittadino, sia per fruizione di servizi aggiuntivi che per un rinnovamento urbanistico”.

By