Devis Nossa in esclusiva a Pisanews: “Verremo a Pisa a giocarcela a viso aperto. Di Quinzio acquisto azzeccato”

PISA – A pochi giorni dalla sfida contro la Pistoiese Pisanews ha contattato l’esperto difensore arancione Devis Nossa bergamasco di Treviglio, classe 1985, lo scorso anno compagno di squadra di Davide Di Quinzio nel Como.

                                                                        di Maurizio Ficeli 

D. Grazie Devis per la tua disponibilità. Sei un giocatore di esperienza, te la senti di fare un bilancio della tua carriera?

R. “Sicuramente è un bilancio importante, sono contento di ciò che ho fatto in questi 15 anni di calcio e soprattutto son felice di avere la possibilità di giocare ancora, perché all’età di 32 anni è motivo di orgoglio il fatto di poter continuare , anche perché, purtroppo ho visto per varie ragioni tanti compagni, avuti nelle squadre dove sono stato si sono fermati e sono rimasti senza squadra. Io finché avrò la voglia e la condizione fisica desidero assolutamente continuare”

D. A proposito di calciatori attualmente senza squadra, c’è un ex Pisa Stefano Avogadri che è di Treviglio come te…

R. “Lo so purtroppo. Conosco bene Stefano Avogadri, che appunto è di Treviglio come me e mi dispiace davvero che sia senza squadra, come lui con queste regole su over ed under sono tanti i giocatori che sono rimasti fuori dal giro e questo non è bello“.

D. Tu eri a Como, dove il club lariano è sparito. Che annata è stata?

R. “Como senza ombra di dubbio è stato l’ambiente dove mi sono trovato meglio in tutta la mia carriera calcistica, dove si era anche creata una empatia eccezionale  fra me e la piazza. Il fatto poi che la società sia finita male è stata colpa di personaggi che hanno “giocato” sulla pelle di una piazza prestigiosa come quella comasca“.

D. Tra l’altro a Como hai avuto come compagno Davide Di Quinzio, ora all’ombra della Torre Pendente…

R. “Sì, Davide tra l’altro a Como ha fatto un’annata importante, dopo quella a Ferrara con la Spal e non è casuale il fatto che il Pisa lo abbia preso. E’ stato davvero un colpo da novanta per la società nerazzurra. E poi con Davide sono molto amico, ci sentiamo spesso ed è una persona eccezionale, il classico ragazzo della porta accanto“.

D. Mentre, invece, questa tua avventura a Pistoia come sta andando? 

R. “Qui a Pistoia mi trovo molto bene c’è un progetto a livello societario ed una squadra in evoluzione, guidata da un tecnico importante come Indiani, con giocatori importanti, anche se molti sono arrivati alla fine del ritiro. Abbiamo una società che ti fa lavorare bene, così come la piazza pistoiese ed ora la nostra classifica, direi che è soddisfacente. Siamo contenti, oltretutto arriviamo da una vittoria importante ottenuta nel derby con il Prato“.

D. Domenica prossima verrete con quale spirito a far visita al Pisa all’Arena Anconetani? 

R. “Sappiamo che affronteremo un Pisa che farà la partita noi di contro verremo determinati per portare via punti importanti. Sarà una gara a viso aperto. Certamente verremo a Pisa a giocarcela, così come fu  a Livorno dove anche se abbiamo perso per 2 a 0 siamo riusciti a fare una prestazione che ci ha dato moltissimo in termini di autostima“.

D. Sarà uno stadio, quello pisano, ribollente di tifo ed entusiasmo anche alla luce di queste due trasferte positive per la squadra nerazzurra…

R.”Certo. Nella carriera di un calciatore, non è che capita spesso di affrontare una squadra in uno stadio come quello dell’Arena, ricco di storia e tradizione e queste sono occasioni che qualsiasi giocatore vorrebbe avere sempre, gare come questa contro i nerazzurri si preparano da sole e non vedo davvero l’ora di scendere in campo a Pisa“.

D. Se in futuro ci fosse una chiamata per te da parte della società nerazzurra cosa faresti?

R. “Penso che nella storia al di là della categoria, una piazza come quella di Pisa non sia mai stata rifiutata da nessuno, anche perché, quando chiamano piazze importanti come queste, non ci deve essere titubanza alcuna da parte di un calciatore, ma al di là di questo io mi trovo molto bene a Pistoia, altra piazza e città importante, questo è il mio presente e spero che sia anche il mio futuro, perché se sarò ancora qui vorrà dire che avrò fatto bene nell’interesse della causa arancione“.

Nella foto sopra Devis Nossa (Foto EspansioneTV)

By