Il Diario di Anna Frank con Tirreno e Nazione, il plauso dei consiglieri

PISA – In occasione della “Giornata della memoria” “Il Tirreno”“La Nazione” distribuiranno insieme al quotidiano, anche una copia del Diario di Anna Frank.

In particolare, il “Tirreno” distribuirà dal 20 Gennaio la Grafic Novel del “Diario” e il giorno 27 gennaio, giornata della celebrazione, l’edizione ufficiale del “Diario” approvata dalla Fondazione Anna Frank.

La “Nazione”, invece, distribuirà, da martedì 23 gennaio, l’edizione integrale del “Diario” con una introduzione di Paolo Di Paolo. Ecco, qui di seguito, come hanno commentato questa iniziativa alcuni consiglieri comunali.

“Acquisterò – ha detto Valeria Antoni (M5S) – entrambi i quotidiani. E’ una bella iniziativa, sono convinta che solo dalle solide basi culturali possa avvenire la ripresa di questo paese”.

”Tenere – ha commentato Vladimiro Basta (Pd) – via la memoria è fondamentale. Per motivi di lavoro, vado spesso ad Amsterdam, e spesso passo davanti alla casa di Anna Frank, dove ci sono sempre file interminabili di visitatoti, soprattutto di giovani. Comprerò i giornali, e condividerò il “Diario” con i miei figli”.

“E’ una bellissima iniziativa – ha dichiarato Francesca Del Corso (Pd). Mai dimenticare ciò che è accaduto nel passato. E ancor meglio farlo attraverso la lettura di diari di chi ha vissuto direttamente l’olocausto”.

“Una iniziativa molto preziosa – ha detto Ciccio Auletta (unacittàincomune-prc) – che conferma il ruolo anche educativo che può avere la stampa nel nostro paese. Una iniziativa importante soprattutto per le nuove generazioni dall’alto valore simbolico soprattutto in un momento in cui rigurgiti fascisti, neo nazisti e razzisti dilagano in Europa e nel nostro paese”.

“L’iniziativa – ha sottolineato Simonetta Ghezzani (Si) – della stampa locale mi sembra un modo non solo di celebrare il giorno della memoria ma anche di rispondere all’uso blasfemo della figura di Anna Frank che è stato fatto nei mesi scorsi dai tifosi della Lazio, episodio che ha avuto molto risalto nell’opinione pubblica. Purtroppo quell’episodio ci dice molto sulla rinascita del neofascismo, una realtà alimentata non solo dalla crisi economica e sociale ma anche da una terribile deriva del senso comune”.

“L’iniziativa – ha detto Ferdinando De Negri (Pd) – della pubblicazione del Diario di Anna Franck è sicuramente appropriata per il giorno della memoria, in particolare in questo periodo in cui in Italia si stanno intensificando fatti e azioni di tipo razzista e xenofobo. Mi auguro che la conoscenza del Diario e l’approfondimento degli eventi legati alla Shoah possa contribuire a creare in tutti i cittadini, ad iniziare dagli studenti, la consapevolezza dei rischi per la democrazia legati al dilagare dell’intolleranza e delle ideologie neofasciste”.

“Acquisterò volentieri i quotidiani – ha dichiarato Gianfranco Mannini (M5S) – Una bella ed importante iniziativa soprattutto in questo momento della vita politica del nostro paese”.

“il miglior modo – ha detto Marco Ricci (unacittàincomune-prc) – di combattere i nuovi fascismi è quello di insistere sulla lettura e sulla conoscenza e sulla memoria. Acquisterò il Diario di Anna Frank per regalarlo a mio figlio”

“Ottima iniziativa – ha detto Lisa Cioncolini (Pd). Pisa, come si ricorderà, è stata la città dove Mussolini firmò le leggi razziali. Un motivo in più per non dimenticare e per riaffermare i valori antifascisti. Comprerò entrambi i giornali”.

“Iniziativa importante – ha commentato Stefano Landucci (possibile) – non bisogna mai smettere di ricordare quanto di allucinante fu fatto in quegli anni. Lo sterminio del popolo ebreo fu devastante, purtroppo non è stato né il primo né l’ultimo. oggi più che mai è necessario ricordare, per non vederlo mai più”.

“Il giorno della memoria – si è così espresso Giuseppe Ventura (in lista per Pisa) – è davvero un momento importante. Questa iniziativa dei giornali va assolutamente sostenuta”.

“Benissimo – ha sottolineato Nicola Pisani (Pd) – Comperò anch’io entrambi i quotidiani. Il Diario di Anna Frank è un monumento contro la barbarie che qualcuno, anche nel nostro paese,vorrebbe far dimenticare. Una onda nera che deve essere fermata”

“Il Diario di Anna Frank – ha detto Juri Dell’Omodarme (art.1-Mdp) – è un libro che tutti dovrebbero leggere. In particolare le nuove generazioni. Molto volentieri acquisterò “Il Terreno” e” La Nazione”.

“E’ molto importante – ha detto Maria Antonietta Scognamiglio (Pd) – non dimenticare. E l’invito de “Il Tirreno” e de “La Nazione” a comprare il Diano di Anna Frank va nella direzione giusta. Il 25 di gennaio a Milano, verrà presentata una versione del Diario tradotta in simboli per consentirne così la lettura anche a persone con disabilità che hanno difficoltà a utilizzare i testi tradizionali”.

“Purtroppo – ha dichiarato Sandro Gallo (Pd) – anche nel nostro paese abbiano assistito a tante manifestazioni che si richiamano al fascismo. Dobbiamo fermarli. La distribuzione de Il Diario di Anna Frank insieme al “il Tirreno e a “La Nazione” è assolutamente da non perdere”.

“Questa iniziativa – ha detto Rita Mariotti (in lista per Pisa) – è una iniziativa di grande civiltà . L’olocausto non possiamo e non dobbiamo dimenticarlo, Bravi i giornalisti del “il Tirreno” e bravi i giornalisti de “La Nazione”.

“In questo periodo storico – ha detto Ranieri Del Torto (Presidente del Consiglio Comunale) – in cui si sente sempre più forte il ritorno del razzismo e di ideologie che speravamo superate, c’è ancora più bisogno di fare memoria. Ringrazio quindi chi ha curato questa iniziativa editoriale e spero che i giovani soprattutto, possano, sfogliando quelle pagine, essere sempre più consapevoli della grande ricchezza della nostra democrazia ma anche di come queste conquiste siano fragili”.

“ Le pagine del Diario di Anna Frank – Giovanni Garzella (Pisa è) – sono un inno alla libertà e contro ogni dittatura. Valori che dobbiamo anche oggi non dimenticare anzi che dobbiamo urlare!”

“Rivolgo un plauso all’iniziativa – ha detto Patrizia Bongiovanni (Pd) – dei quotidiani locali, che allegando il diario di Anna Frank nel giorno della memoria, tornano a dare voce ad una testimone diretta di momenti drammatici della nostra storia . La memoria della Shoah, di chi, come lei,ha vissuto la paura e la deportazione nei campi di concentramento, deve contrapporsi alla strategia della negazione”.

“E’ un’ottima iniziativa – ha infine concluso la consigliera Elisabetta Zuccaro (M5S) – che consente di divulgare una testimonianza di eccezionale importanza e di arginare, con la cultura, fenomeni politici che rievocano gli orrori del passato”.

By