DIDACTA 2018. Il Progetto Peer Safety Education tra le eccellenze della scuola toscana

PISA – Nasce il progetto PEER SAFETY EDUCATION (PSE), basato sulla metodologia dell’educazione tra pari, per accrescere la Cultura della Sicurezza e la Consapevolezza del Rischio a partire dalle nuove generazioni” afferma Francesco Meduri – Presidente dell’Istituto Italiano per la Sicurezza (IIS), l’associazione NO profit che lo ha ideato e sviluppato.

Il progetto, che nel periodo 2016-2018 ha coinvolto circa 15.000 giovani di ogni fascia di età e ha consegnato la certificazione di Safety Tutor a quasi 500 studenti approda a DIDACTA 2018, presso lo stand della Regione Toscana, tra le Eccellenze della Scuola Toscana.

Al più importante appuntamento fieristico sul mondo della scuola, sarà una delegazione dell’I.I.S L. da Vinci – Fascetti di Pisa (in rappresentanza anche del Liceo Artistico Russoli, dell’Ist. Alberghiero Matteotti e dell’IC – I. Masih) ad illustrare il progetto PSE e le sue finalità.

Si tratta di un percorso di formazione che coinvolge studenti di ogni ordine e grado, attraverso un processo a cascata che arriva fino alla scuola dell’infanzia. Si parte dagli allievi delle scuole superiori che, una volta formati, diventano insegnanti-formatori degli allievi delle scuole di grado inferiore.

Un’idea di progetto che mira a sensibilizzare i giovani sulle tematiche della salute, sicurezza ed ambiente. Con i giovanissimi fino all’età adolescenziale ci si focalizza sui rischi legati alla vita quotidiana (ambiente domestico, strada), per passare poi ad approfondire anche i rischi connessi alla vita lavorativa con i giovani di maggiore età.

Se da una parte attraverso i giovani si punta a veicolare concetti importanti anche verso gli adulti, a partire dal proprio ambiente familiare, dall’altra si lavora per costruire una rete di aziende partner per sviluppare il percorso formativo anche in ottica aziendale.

I “giovani adulti” acquisiscono esperienze e sensibilità sia attraverso l’organizzazione di giornate divulgative sviluppate in ambito scolastico che in giornate della sicurezza organizzate in ambito aziendale. Questo permette loro di sviluppare anche tutta una serie di soft skills, fondamentali per il loro futuro percorso personale e professionale.

L’obiettivo quindi è quello di innescare ed alimentare un circolo virtuoso e auto-sostenibile, orientato ad accrescere la Cultura della Sicurezza e Consapevolezza del Rischio su tutto il territorio nazionale, per contribuire a ridurre il numero di incidenti che ogni giorno generano vittime sul lavoro, sulla strada e nell’ambiente domestico.

By