Dipendenti Consorzio Pisa Ricerche protrestano per il posto di lavoro

PISA – Circa cinquanta dipendenti del Consorzio Pisa Ricerche, che da oltre 4 mesi non ricevono lo stipendio, hanno protestato stamani sotto il Comune e nell’aula del Consiglio comunale.

I lavoratori hanno interrotto per alcuni minuti la seduta dell’assemblea mentre un loro rappresentante illustrava le ragioni della manifestazione. Il consorzio, di cui l’Amministrazione comunale è uno dei soci, è nato nel 1987 con lo scopo di agire da ponte tra l’industria e la ricerca per migliorare il processo di trasferimento tecnologico. “Da oltre 10 anni – hanno denunciato i lavorator,  il Consorzio si trova ad affrontare una grave crisi finanziaria, dovuta principalmente a una mancanza di ricapitalizzazione e cattiva gestione. E con la grave crisi economica internazionale, sono aumentate anche le difficoltà a reperire commesse sul mercato. Da più di quattro mesi siamo senza una guida istituzionale perché i soci non sono stati in grado di individuare amministratori consapevoli o semplicemente interessati che ne garantissero il funzionamento”. I lavoratori hanno chiesto al Comune di Pisa un “impegno attivo per risolvere la situazione del personale”. Domani nella sede della Provincia di Pisa si svolgerà l’assemblea dei soci del consorzio per decidere quali strade intraprendere per il futuro. Il timore dei ricercatori è che Pisa ricerche sia arrivato al capolinea e domani i soci dichiarino la chiusura della società

You may also like

By