“Disciplinare di Destinazione”, il progetto promosso dalla Camera di commercio di Pisa

Unione Valdera – Le realtà del territorio dell’Unione Valdera che, a vario titolo, contribuiscono ad arricchire l’offerta turistica territoriale, potranno a breve esser “di marca” Si definiranno come “Terre di Pisa”, una rete che riunisce enti pubblici e soggetti privati e che racchiude al suo interno enogastronomia, produzioni locali, attrattive, strutture e servizi turistici integrati che, nel loro insieme, rappresentano un vero e proprio valore aggiunto per il marketing del territorio.

Lunedì 20 Novembre, alle ore 17.30, presso il Centro Sete Sois Sete Luas di Pontedera (Viale Rinaldo Piaggio n. 82) la Camera di Commercio di Pisa presenterà il “Disciplinare di Destinazione”, documento contenente i requisiti e le caratteristiche richieste per aderire al progetto e usare il marchio in questione.

“Il territorio della Valdera è costellato di bellezze paesaggistiche e artistiche, ma anche di prodotti tipici, realtà ricettive e servizi turistici di vario tipo, in grado di soddisfare le diverse tipologie di domanda turistica. Tutti questi “tesori” rappresentano piccoli preziosi tasselli che, nel loro complesso, uniti gli uni agli altri, possono formare un meraviglioso mosaico. È proprio in quest’ottica d’insieme che è possibile essere competitivi sul fronte turistico, rappresentare un polo d’attrazione di grande fascino per avventori sia italiani che stranieri”.

“Per dare concretezza a questo intento, l’Unione Valdera ha aderito, nel 2016, al protocollo “Terre di Pisa”, promosso dalla Camera di Commercio pisana – dichiara Marco Gherardini, Sindaco delegato al turismo per l’Unione Valdera -. Ora tocca alle realtà interessate presenti nei Comuni di Bientina, Buti, Calcinaia, Capannoli, Casciana Terme Lari, Palaia e Pontedera che contribuiscono, nei più svariati modi, alla promozione turistica e del territorio. Imprese, ma anche associazioni, fondazioni, consorzi, cooperative, enti museali e tutti quei soggetti che operano nel settore della ricettività, della ristorazione, della produzione agroalimentare, artigianale e manifatturiera e dei servizi turistici hanno dunque di fronte un’opportunità da non lasciar sfuggire. Mi riferisco alla possibilità di entrare a far parte, a costo zero, di questo ampio e strutturato network, foriero di visibilità e sinonimo di qualità. Semplicemente garantendo il possesso di alcuni requisiti, sarà infatti possibile utilizzare il brand “Terre di Pisa” e godere di tutti i vantaggi che ne derivano”.
Per partecipare è necessario registrarsi al link: https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSerHLLfb-pthDU9UdJZENAZZ_SCmM-uosFIX3L5RohuKLFcWQ/viewform. Per ulteriori informazioni è possibile scrivere all’indirizzo e – mail fabrizio.quochi@pi.camcom.it o contattare il numero telefonico 050 512248.

 

By