Divieto di svolgimento attività collettive sul Monte Serra fino al 5 maggio compreso

CALCI – In seguito ai recenti Dpcm e provvedimenti emanati dal Presidente della Giunta Regione Toscana, il Sindaco di Calci Massimiliano Ghimenti ha appena emesso un’ ordinanza con la quale dispone MISURE SPECIFICHE PER L’AREA DEL MONTE SERRA E LA SENTIERISTICA DEL MONTE PISANO, DIVIETO ASSOLUTO DI SVOLGIMENTO DI ATTIVITA’ COLLETTIVE IN AREA PUBBLICA O APERTA AL PUBBLICO E DISPOSIZIONI SULLA FRUIZIONE DI AREE VERDI.


Il Sindaco ORDINA fino al 5 Maggio 2020 compreso:
– Il divieto assoluto di accedere sia all’area del MonteSerra (a partire dalla località Tiricella) lungo i collegamenti viari, sia alla rete della sentieristica del Monte Pisano in territorio calcesano. Da tale divieto sono esclusi mezzi e operatori delle forze di polizia, di protezione civile, di emergenza, di AIB, per la gestione del PAFR, i soli residenti lungo la Via Provinciale del Monte Serra, i proprietari e gestori di strutture che debbano recarvisi per la verifica della funzionalità delle medesime, le attività legate alle lavorazioni consentite ivi comprese le attività enogastronomiche nel rispetto delle normative vigenti, e comunque coloro che abbiano una motivazione consentita (con esclusione di passeggiate e attività sportiva) dal DPCM vigente ed attestata con la apposita autocertificazione;


-ORDINA fino al 17 Maggio 2020 compreso:
1. Il rispetto di tutte le prescrizioni di sicurezza e prevenzione diffuse dalle autorità sanitarie preposte con particolare riguardo all’obbligo di indossare mascherine ed alla
distanza interpersonale da mantenere nei contatti che non possono essere evitati in aree pubbliche o aperte al pubblico o private;
2. Il divieto di assembramenti e l’obbligo di mantenere nell’espletamento delle attività consentite dalle norme vigenti tutte le richiamate disposizioni di prevenzione ed in particolare le distanze interpersonali minime previste per le diverse attività. E si ricorda che è consigliato sempre mantenere un distanziamento a 2 metri;
3. Il divieto di praticare qualsiasi attività (ricreativa, sportiva, etc) in maniera organizzata e collettiva (salvo accompagnatori di persone non totalmente
autosufficienti come indicato nelle disposizioni vigenti) in tutto il territorio comunale in area pubblica o aperta al pubblico;
4. nelle aree verdi pubbliche e private ad uso pubblico è vietato l’utilizzo delle strutture gioco per bambini e quelle per l’esercizio fisico. Anche in tali aree, che sono comunque aperte al pubblico passaggio ed utilizzabili da tutti conformemente alla normativa vigente ed ai punti 1, 2 e 3 della presente ordinanza, è assolutamente vietata ogni forma di assembramento;
5. Il divieto di accedere con qualsiasi mezzo a motore all’area del MonteSerra (a partire dalla località Tiricella). Da tale divieto sono esclusi i mezzi delle forze di polizia, di protezione civile, di emergenza, di AIB, per la gestione del PAFR, i mezzi dei soli residenti lungo la Via Provinciale del Monte Serra, e dei proprietari di terreni, i mezzi dei proprietari e gestori di strutture che debbano recarvisi per la verifica della funzionalità delle medesime, i mezzi delle attività legate alle lavorazioni consentite ivi comprese le attività nogastronomiche nel rispetto delle normative vigenti, e comunque i mezzi di coloro che abbiano una motivazione consentita dal DPCM vigente ed attestata con la apposita autocertificazione.

By