Divieto di sosta nel territorio Comunale. Sostegno della Confcommercio Pisa

Pisa – Assenso da parte della ConfcommercioPisa sull’ordinanza del comune di Cascina che impone il divieto assoluto di fermata e di sosta nell’intero territorio comunale di camper e veicoli con permanenza di persone a bordo.

La presidente di Confcommercio Provincia di Pisa Federica Grassini dichiara:“Approviamo questa ordinanza, che se applicata a dovere dovrebbe poter mettere fine all’annoso problema della permenenza dei rom nel comune e in particolare in alcune aree a maggiore densità di questi insediamenti. Penso ad esempio all’area commerciale di Navacchio, dove la presenza di simili insediamenti, che compromettono evidentemente il decoro, l’igiene e la sicurezza della zona, è particolarmente presente ed ostinata”.

Da questo punto di vista, la sindaca Ceccardi ha sin dall’inizio dimostrato una chiara volontà di risolvere il problema” – prosegue la numero di Confcommercio – “attraverso ordinanze di sgombero che però si sono rivelate di volta in volta inefficaci. Bastava spostare i camper di qualche decina di metri e il gioco era fatto. Ma adesso, con il nuovo provvedimento che impone il divieto di fermata e di sosta per 24 ore su tutto il territorio comunale di camper e roulottes trasformati in abitazioni temporanea, ci auguriamo finalmente di poter mettere la parola fine su questi insediamenti abusivi, ripristinando una situazione di normalità e decoro”.

Sosteniamo la sindaca Ceccardi in questa difficile battaglia” – questo il commento del direttore di Confcommercio Pisa Federico Pieragnoli: “Era il momento di dire basta ad una situazione che era diventata inaccettabile, con locali, negozi e attività commerciali vittime predestinate di furti e spregi continui. Lo stato in cui versano questi insediamenti rom è indicibile, crediamo che autorità e istituzioni debbano ciascuna fare la loro parte, contribuendo all’obiettivo che interessa tutti: ripristinare una situazione di decoro e legalità”

Fatto adesso il provvedimento” – conclude il direttore – “per raggiungere il risultato sarà decisivo farlo applicare, senza se e senza ma. Invitiamo altresì gli altri sindaci della provincia di Pisa a seguire Cascina e ad adottare un medesimo provvedimento nei confini di loro pertinenza”.

By