Oggi giovedì 28 novembre la “Festa della Toscana”. Seduta aperta del Consiglio Comunale

PISA – Il 30 novembre 1786 fu firmata a Palazzo Reale a Pisa, dal Granduca Pietro Leopoldo, la legge che per la prima volta al mondo, aboliva la pena di morte, la tortura e le mutilazioni.

Dal 2000 il Consiglio Regionale ha approvato una legge per celebrare, ogni 30 novembre la Festa della Regione Toscana. Una ricorrenza che vuole essere un omaggio a chi si riconosce nei valori della pace, della giustizia e della libertà.

La città di Pisa celebrerà la ricorrenza giovedì 28 novembre, con una seduta aperta del consiglio comunale. Le tematiche della Festa della Toscana si intrecceranno con quelle della Giornata mondiale per l’eliminazione della violenza contro le donne, con l’incontro di una donna simbolo: Estela Carlotto presidente delle Nonne di Plaza de Mayo.

Sempre giovedì, la comunità di S. Egidio insieme a Comune, Provincia, Università di Pisa e S.Anna organizza l’incontro “Voci dal braccio della morte” con la presenza di Wilbert Rideau, vissuto dal 1961 al 1973 nel braccio della morte di un carcere in Luisiana.

Due giorni di eventi per il Comune di San Giuliano, in collaborazione con la Filarmonica Sangiulianese: sabato verrà allestito un laboratorio della memoria presso Villa Roncioni di Pugnano, dalle ore 16.00 alle ore 18.00, con la partecipazione di storici del territorio e l’utilizzo di immagini e filmati; invece domenica alle 21.00 la Filarmonica terrà un concerto, ad ingresso libero, presso il Teatro Rossini di Pontasserchio.

Fonte: www.pisainformaflash.it

20131127-134854.jpg

You may also like

By