Domani per il Pisa è Coppa Italia: una storia con risultati positivi

PISA –  La prossima edizione della Coppa Italia, sarà la numero 39  per il Pisa. Il sodalizio nerazzurro esordì nel lontano 1926-27 anche se l’edizione non giunse al termine. Poi partecipò ininterrottamente fino alla stagione 1956-57 a partire dal 35-36 quindi per una ventina d’anni, anche se la guerra determinò una sospensione. Tornò poi nel 65-66 per rimanere fuori dal 71-72. La riapparizione in coppa risale all’avvento di Romeo ed alla stagione 79-80 con presenze costanti fino al fallimento. Da allora si contano presenze sporadiche come nella stagione 2000-01 in qualità di detentore della Coppa Italia di Serie C. Dopo la bella stagione 2002-03 culminata con la sfortunata finale di Bergamo, la squadra di Simonelli torna al piano superiore come due anni dopo e nelle due stagioni di Serie B conclusesi però sempre nei primi turni. Dopo l’ultimo fallimento la squadra è tornata a giocare la coppa passando il primo turno, contro i campani del Bacoli, per poi venire eliminata dal Cittadella ai tempi supplementari. Il periodo di maggiore partecipazione, come detto, è quello sotto la presidenza di Romeo Anconetani con quindici presenze consecutive e subito dopo il periodo dal 1935 al 1958 con nove partecipazioni. Il miglior risultato nel 1967-68 con la semifinale persa con l’Inter con un 1-1 a Pisa ed una sconfitta di misura per 1-0 a San Siro. Altra semifinale nella stagione 88-89 contro il Napoli di Maradona che si impose 2-0 all’Arena ed 1-0 al San Paolo. Il Pisa vanta anche risultati di prestigio come il 4-2 rifilato alla Fiorentina nella stagione 88-89 con i gol di Been, Piovanelli e la doppietta di Severeyns, il 3-1 alla Roma nella stessa annata. L’anno prima era stata superata la Juventus per 2-1 grazie a Piovanelli e Sclosa. Mezzo secolo fa si ricorda invece un perentorio 4-0 ottenuto in casa della Lucchese nella edizione 58-59 grazie al quale il Pisa giunse fino ai sedicesimi di finale dove venne eliminato dall’Alessandria. Più recentemente dopo il ritorno in B, il Pisa di Ventura elimina il quotato Brescia sul neutro di Pistoia e nel turno successivo sfiora l’impresa contro il Napoli. Nella scorsa stagione i nerazzurri eliminarono l’Arezzo e poi furono sconfitti dal Padova solo ai calci di rigore. Adesso in caso di passaggio del turno contro il Termoli ci sarà la sfida col Siena, ed in caso di ulteriore passaggio del turno il derby con il Livorno.

By