Domenica 10 luglio le finali dei Mondiali Rebeldi 2016

PISA – Domenica 10 luglio si svolgeranno le partite finali dell’undicesima edizione dei Mondiali Rebeldi 2016, che dal 10 giugno hanno animato lo spazio del circolo arci Pisanello di Oratoio ovviamente con le partite, ma anche con iniziative e momenti di aggregazione all’insegna dello sport popolare, dell’incontro interculturale, che hanno in definitiva promosso un’idea di cultura e socialità slacciate da qualsiasi forma di rifiuto della diversità.

image

Anche quest’anno il Progetto Rebeldìa ha trovato al suo fianco nell’organizzazione e nella promozione del torneo antirazzista i gestori del circolo Pisanello, gli arbitri e i dirigenti UISP di Pisa che hanno assicurato la continuità del progetto condividendone il valore politico, in controtendenza con la retorica e le politiche xenofobe sempre più diffuse, lo spirito di condivisione e il valore sociale che rispecchiano 24 squadre più o meno meticce che si incontrano/scontrano ogni anno con entusiasmo e rispetto.

L’ultima giornata di partite comincerà alle ore 18 con la finale per il terzo e quarto posto, alle ore 19 si affronteranno le squadre de Il Chicco di Senape vs Legambiente Pisa che maggiormente si sono contraddistinte per lealtà, spirito sportivo e partecipazione per la Coppa Terzo Tempo “premio Paolo Balducci”, in memoria dell’ex presidente del circolo, alle 20 la finalissima che decreterà i nuovi campioni del mondo rebelde.

Come di consueto, alla presenza del dirigente UISP Francesco Fiumicelli e di tutti coloro che hanno contribuito all’organizzazione del torneo, verrà consegnato il premio per il miglior portiere intitolato a David Renieri, portiere della squadra rebelde Dinamo 633, delle prime edizioni del torneo.

Inoltre quest’anno la UISP consegnerà un premio speciale a una figura di spicco scelta tra le squadre partecipanti che si sia distinta per continuità di presenze nel torneo e per comunione d’intenti, una menzione particolare che torna a sottolineare il legame decennale della società con il mondialito. Novità di quest’anno il gemellaggio, che avverrà direttamente sul tappeto verde, tra l’associazione sportiva dilettantistica afro-Napoli United, una squadra meticcia di calcio a 11, che dal 2009 “dà un calcio al pallone e uno al razzismo” nei campionati di terza e seconda categoria FIGC Napoli, e due delle squadre che hanno partecipato al Mondiale. Tutte le partite saranno accompagnate dalla radiocronaca da bordo campo organizzata e condotta da Andrea Chiavacci, giornalista de Il Tirreno, e Dario Focardi, per il programma radiofonico di Radio Roarr “Back to the Football”. Il circolo Pisanello aprirà la sua pizzeria all’aperto per una cena che finanzierà l’acquisto di un defibrillatore a beneficio di tutti i frequentatori dello spazio e sarà possibile vedere su maxi schermo la finale dei campionati europei 2016.

By