Domenica 4 Giugno la prima edizione della Camminata sulle Mura

PISA – In salute a passo sostenuto. Sulle Mura di Pisa domenica 4 giugno la Prima edizione della Camminata non competitiva organizzata dall’A.S.D. Fitwalking per promuovere i corretti stili di vita e prevenire le malattie legate alla ipercolesterolemia familiare.

Camminare per star bene e prevenire le malattie legate alla ipercolesterolemia familiare è la filosofia dell’A.S.D. Fitwalking Pisa che, per domenica 4 giugno, ha organizzato la Prima Camminata non competitiva sulle Mura, il cui ricavato andrà in beneficenza all’Aide, l’Associazione Italiana Dislipidemie Ereditarie. La manifestazione, che gode del patrocinio del Comune di Pisa, del Cnr – Consiglio Nazionale delle Ricerche, della Fondazione Monasterio e della Regione Toscana, è aperta a tutti ed è promossa dall’A.S.D. Fitwalking Pisa con lo scopo di incoraggiare l’attività sportiva nella prospettiva di tutelare la salute e prevenire le patologie legate a ipercolesterolemia familiare, deficienza Familiare di HDL e iperchilomicronemia.

La partenza della Prima Camminata non competitiva è fissata per domenica 4 giugno dalle 7.30 alle 8.30 da Piazza XX Settembre, davanti al Comune, che sarà anche il punto di arrivo e chiusura della manifestazione. Le iscrizioni saranno raccolte dai volontari dell’associazione sabato 3, dalle 9 alle 20 – Corso Italia 2 , e domenica 4, dalle 6.30 alle 7.30, sotto le Logge di Banchi. Per un primo assaggio di Fitwalking, domande e curiosità o iscrizioni anticipate, sarà possibile incontrare Cinzia Fascetti e Daniela Iori, le responsabili dell’A.S.D., nel pomeriggio di sabato 27 maggio e nella mattina di domenica 28, alla Stazione Leopolda in occasione di “Sport per Tutti”, organizzato dalla Uisp.

Ai partecipanti è richiesto un contributo di 5 euro per il percorso da 4 km, e di 10 euro per quelli da 8 e 17 km; gratis per i bambini che non avranno ancora compiuto 12 anni . A tutti sarà consegnato un riconoscimento a fine camminata. Il passaggio sulle Mura è previsto soltanto per chi sceglierà gli itinerari da 8 e da 17 km. Alla partenza, in Logge in Banchi, sarà predisposto un servizio di deposito borse: la consegna sarà consentita fino alle 8.30. Lungo i percorsi, i camminatori troveranno i punti ristoro, dove saranno distribuiti biscotti e acqua, in piazza XX Settembre, in via Contessa Matilde e lungo i Condotti. Equipaggiamento: abbigliamento e scarpe sportive. Il ricavato della manifestazione sarà devoluto in beneficenza all’Aide. La manifestazione si concluderà intorno alle 14. Per tutta la durata della Camminata, non sono previste interruzioni al traffico veicolare in città lungo il tracciato dei percorsi, che sarà comunque presidiato dalle pattuglie della polizia municipale e dai volontari dell’ASD; si tratta infatti di una marcia non competitiva, i partecipanti sono pertanto invitati ad attenersi alle regole del codice stradale (attraversamento sulle strisce, attenzione ai semafori).
La manifestazione sportiva di domenica 4 giugno sarà preceduta, sabato 3 a partire dalle 9.30, dal convegno scientifico aperto a tutti “Ipercolesterolemie familiari. Ad ogni paziente il trattamento appropriato”, organizzato da Aide, Fondazione Gabriele Monasterio e Comune di Pisa nella Sala delle Baleari di Palazzo Gambacorti in piazza

XX Settembre. Interverranno i dottori Luciano Ciucci, direttore generale Fondazione G. Monasterio, Tiziana Sampietro, responsabile Centro Toscano dislipidemie ereditarie, Francesco Becherini, cardiologo Fondazione Toscana G. Monasterio, Giuseppe Figlini, presidente Ordine dei Medici della provincia di Pisa, e Sandra Capuzzi, assessore al Comune di Pisa, presidente Società della Salute. Invitati a partecipare: Maria Teresa De Lauretis, direttore generale Azienda USL Toscana Nord Ovest, Carlo R. Tomassini, direttore generale Azienda Ospedaliera Universitaria Pisana. Al termine si terrà il concerto di canti popolari del Gruppo Corale Cantiere, diretto dalla M° Claudia Zimmermann.
PRIMA CAMMINATA NON COMPETITIVA SULLE MURA – I PERCORSI:
Lungarni – corto (4 Km): (partenza) piazza XX Settembre, Lungarno Gambacorti, Lungarno Sidney Sonnino, Ponte della Cittadella, Lungarno Simonelli, Lungarno Pacinotti, Lungarno Mediceo, Ponte della Fortezza, Lungarno Galilei, piazza XX Settembre (arrivo).
Lungarni- Mura – medio (8 km): (partenza) piazza XX Settembre, Lungarno Gambacorti, Ponte della Cittadella, via Bonanno Pisano, Salita sulle Mura dalla Torre del Leone via Contessa Matilde – discesa in Piazza Federico del Rosso sul Lungarno Buozzi, Ponte della Vittoria, Lungarno Fibonacci, Lungarno Galileo Galilei, Piazza XX Settembre (arrivo).
Lungarni-Mura-Condotti – lungo (17 km): (partenza) piazza XX Settembre, Lungarno Gambacorti, Ponte della Cittadella, via Bonanno Pisano, Salita sulle Mura dalla Torre del Leone via Contessa Matilde – discesa dalle Mura dalla Torre Piezometrica (ex Marzotto), via Vittorio Veneto, via Battelli, via di Pratale, via Carducci, via Leopardi, via dei Condotti (a/r), via Averani, via Parini, via Canavari, via Gioberti, via del Bastione Piazza Federico del Rosso, Lungarno Buozzi, Ponte della Vittoria, Lungarno Fibonacci, Lungarno Galileo Galilei, Piazza XX Settembre (arrivo).
Cinzia Fascetti (Presidente) e Daniela Iori fondatrici ed istruttrici di Fitwalking, (certificate secondo il metodo Maurizio Damilano), dell’A.S.D. Fitwalking Pisa, spiegano cosa sia questa nuova disciplina sportiva, i suoi benefici per la salute e le ragioni del connubio con l’Aide. “L’Associazione Sportiva Dilettantistica Fitwalking Pisa si propone di promuovere e sviluppare attività del Fitwalking dal 2014. Il Fitwalking nasce in Italia nell’estate 2001 da un’idea di Maurizio Damilano e si può racchiudere nel concetto del “camminare bene” per la salute, per una migliore forma fisica, per svago, per stare bene con gli altri, per vivere la città e per amare e conoscere di più il proprio territorio.
Tutti possono praticare questo sport. “Chiunque e a qualunque età – precisa Cinzia Fascetti -. Regala grandi stimoli e consente non solo di socializzare ma anche di apprezzare le bellezze nascoste della nostra città e del territorio. E’ una attività che tutti possono fare, perché non è traumatica, e che, una volta imparata la tecnica, assicura benefici sul miglioramento della qualità di vita delle persone. Attraverso la tecnica del Fitwalking si impara infatti a camminare bene, ossia a camminare osservando una corretta

meccanica del movimento. E’ una tecnica semplice ma indispensabile per trasformare il normale camminare in forma sportiva e adatta a tutti. I benefici per la salute sono riconosciuti anche a livello di prevenzione delle malattie cardiocircolatorie, perché camminare è fra le regole indicate per mantenere un corretto stile di vita. Ecco perché la nostra Prima Camminata non competitiva sulle Mura sarà dedicata al sostegno dell’Aide, che da anni è in campo contro le dislipidemie ereditarie. Teniamo moltissimo a ringraziare il Comune di Pisa che domenica 4 giugno aprirà in anticipo l’ingresso sulle Mura, regalando ai nostri camminatori una piccola esclusiva del meraviglioso panorama che si gode dalla cinta e sposando appieno lo spirito del Fitwalking. Invitiamo coloro che sceglieranno i percorsi da 8 e da 17 km”.
Imparare l’arte del camminare è possibile anche a Pisa, dove dal 2014 l’Asd Fitwalking Pisa (associata Uisp), organizza corsi aperti a tutti. “La nostra A.S.D. organizza corsi base e avanzati con istruttori certificati. I corsi base – spiegano le fondatrici – sono articolati in 10 lezioni, 5 teorico-posturali e 5 di camminate con applicazione della tecnica di fitwalking.. Poi, ciascuno può decidere se proseguire e uscire con noi a camminare durante la settimana, oppure fare da sé. Per noi è importante promuovere questa attività e aiutare le persone a star meglio. Abbiamo un sito internet (www.fitwalkingpisa.it) e una pagina facebook (a.s.d.fitwalkingpisa) per chi desideri informarsi o contattarci”.
Invita a una massiccia partecipazione all’evento anche Franco Salvini, presidente dell’Aide: “Le dislipidemie ereditarie dislipidemie ereditarie – spiega – sono meglio conosciute, nel linguaggio comune, come ipercolesterolemie familiari. Si tratta di malattie ereditarie di tipo cardiocircolatorio che danneggiano le arterie, ostruendole, e spesso sono causa di decessi precoci; la patologia è totalmente asintomatica e solo l’1% delle persone che ne soffrono arriva a una diagnosi prima di subire eventi avversi e complicanze. Individuare i pazienti a rischio è difatti molto difficile, la nostra associazione – dice Salvini – si batte per fare prevenzione e sensibilizzare le persone su questo tema, ma anche le istituzioni sanitarie e amministrative debbono fare molto di più per individuare i nuclei familiari a rischio; ci sono paesi molto più virtuosi di noi, in Olanda, ad esempio, viene individuato il 71% prima di una complicanza. Anche senza uno screening di massa, sarebbe già molto fare accertamenti su i familiari ascendenti e discendenti nel caso di un soggetto positivo. In pochi anni si potrebbe così individuare un buon numero di persone affette dalla patologia”.
“Al convegno – prosegue il presidente di Aide – abbiamo coinvolto diverse specializzazioni di medici, proprio perché, se vogliamo risolvere questo annoso problema, abbiamo bisogno di tutti: dai medici di medicina generale, che sono il primo step per i loro assistiti, agli specialisti delle varie discipline a cui spettano le fasi di approfondimento, diagnosi e presa in carico. La cura per questa malattia oggi è possibile: oltre ai farmaci già largamente conosciuti, statine ezetomibe ed altri, per i casi molto gravi è disponibile il

trattamento di LDL aferesi, cioè un periodico filtraggio del sangue. La novità, per chi soffre di dislipidemie, è l’arrivo di nuovi farmaci biologici veramente efficaci, che hanno un solo difetto: costano molto. Occorre pertanto un approfondimento per arrivare a garantirne l’accesso. Riteniamo che questa sia la strada percorribile per rispondere positivamente a questa necessità senza mettere in crisi i bilanci del nostro servizio sanitario”. “L’abbinamento del nostro convegno con la Camminata del Fitwalking – conclude Salvini – è naturale, perché lo stile di vita è fondamentale nella battaglia contro le ipercolesterolemie. Questo tipo di attività, infatti, richiede impegno e brucia calorie e grassi; perciò è particolarmente raccomandata per la cura e la prevenzione delle malattie cardiocircolatorie. Invitiamo quindi tutti, sportivi, anziani, giovani e famiglie a partecipare al convegno e alla camminata, perché la prima fase della prevenzione passa dall’informazione”.

By