Domenico Marino: “Per l’Arezzo sarà dura, ma sarebbe un errore se il Pisa facesse una gara difensiva”

PISA – Nell’imminenza della gara di ritorno dei playoff fra Pisa ed Arezzo  in programma all’Arena Anconetani domenica 2 giugno 2019 alle ore 20,30 Pisanews ha contattato telefonicamente l’ex centrocampista nerazzurro Domenico Marino, palermitano doc che ha militato nel Pisa in serie C/1 per due stagioni dal 2005 al 2007 collezionando 30 presenze ed 1 gol, vestendo poi anche la maglia dell’Arezzo nel campionato di serie D 2011/12, quindi un doppio ex.

di Maurizio Ficeli 
D. Grazie Domenico, per avere accettato l’invito del nostro portale,da doppio ex di Arezzo e Pisa avrai senz’altro visto la partita della semifinale playoff di mercoledì scorso  con i nerazzurri vittoriosi per 3 a 2?
R. “Certamente ed ho visto una gara fra due squadre abbastanza organizzate e poi mi è piaciuto il contorno ambientale a livello di partecipazione e tifo senza alcun incidente e questo è lodevole, anche se ho visto il tifo pisano un pò più caloroso. Ad Arezzo sono stato bene, bella città in cui ho tanti amici ma Pisa come tifoseria non si discute, è eccezionale ed io la ricordo bene da quando sono stato a giocare li”.
D. Ora domenica prossima Pisa ed Arezzo saranno di nuovo di fronte all’Arena Anconetani, che gara ti immagini?
R. “Sinceramente la vedo un pò dura per l’Arezzo perché avere a disposizione un solo risultato e poi in un ambiente caloroso dove il pubblico pisano darà una spinta in più non sarà affatto facile”.
D. Al di là del complesso c’è qualche giocatore in particolare che ti ha colpito in entrambe le squadre?
R. “Nel Pisa al di là della doppietta mi ha impressionato Marconi perché è un attaccante che da un grande aiuto alla propria squadra in fase di non possesso palla e ciò è un notevole aiuto per l’economia di una squadra, mentre nell’Arezzo Cutolo, al di là del rigore sbagliato, è un giocatore di tutto rispetto che con la sua esperienza e la sua tecnica è un gran trascinatore per la propria squadra”.
D.Te la senti di fare un pronostico sulla gara di ritorno in programma all’Arena domenica prossima?
R. “Più che un pronostico mi auguro che anche nella partita di ritorno ci siano due squadre che si affrontino a viso aperto come hanno fatto all’andata dove hanno dato vita ad un incontro dove si è giocato a calcio. Sicuramente il Pisa non si potrà permettere di fare una gara difensiva, perchè sarebbe un errore e va evitato”.
D. Chi vedi favorite fra le  squadre in lotta per i playoff che potrebbero approdare in finale?
R. “Vedo il Piacenza che non ha mai fatto un passo falso, mentre vedo una gara molto aperta fra Catania e Trapani, poi la Triestina ed il Pisa”.
D. Concludiamo parlando di te di che cosa ti occupi attualmente?
R. “Anzitutto sto prendendo il patentino di Uefa B, oltre ad allenare le giovanili del Villabate, società calcistica vicina a Palermo, la mia città, mentre il prossimo anno allenerò i giovanissimi regionali”.
La foto è tratta da tuttocalciatori
By