“Don Chisciotte”, la tragicommedia va in scena a Ponsacco

PONSACCO – Uno spettacolo sul pubblico, per il pubblico e con il pubblico, al festival teatral – gastronomico “Utopia del Buongusto” perché saranno proprio gli spettatori ad avere il compito di salvare due attori dalla morte e di salvare il teatro. Venerdì 31 agosto 2018 nel giardino del Circolo La Rinascita a Ponsacco va in scena “Don Chisciotte” di Stivalaccio Teatro.

Tragicommedia dell’arte di Carlo Boso e Marco Zoppello per la regia e interpretazione di Marco Zoppello e Michele Mori.

Giulio Pasquati, Padovano, in arte Pantalone e Girolamo Salimbeni, Fiorentino, in arte Piombino, sono due attori della celebre compagnia dei Comici Gelosi, attiva e applaudita in tutta Europa tra il 16° e 17° secolo. Sono vivi per miracolo. Salgono sul palco per raccontare di come sono sfuggiti dalla forca grazie a Don Chisciotte, a Sancho Panza ma soprattutto grazie al pubblico. A partire dall’ultimo desiderio dei condannati a morte prendono il via le avventure di una delle coppie comiche più famose della storia della letteratura, filtrate dall’estro dei due saltimbanco che arrancano nel tentativo di procrastinare l’esecuzione, tra mulini a vento ed eserciti di pecore. E se non rammentano la storia alla perfezione, beh, poco importa, si improvvisa sul tema dell’amore e della fame. Stivalaccio Teatro è probabilmente la compagnia teatrale che più sta stupendo  l’Italia con attori straordinari ed una comicità unica in assoluto. Una delle perle di Utopia 2018. Uno spettacolo sul pubblico, per il pubblico e con il pubblico, perché è quest’ultimo che avrà il compito di salvare i due attori dalla morte…e di salvare il teatro.

Serata a cura del Circolo Arci La rinascita e in collaborazione con il Comune di Ponsacco. Cena alle 20,00 presso il ristorante Da Ciro. Da non perdere un pomeriggio nella meravigliosa tenuta di Camugliano.

Informazioni e prenotazioni al 3280625881-3203667354. Programma completo su www.guasconeteatro.itUtopia del Buongusto è un progetto realizzato da Guascone Teatro.

Il Festival – Con l’estate ritorna il festival Utopia del Buongusto di Teatro Guascone (Pontedera – Pisa) che quest’anno compie ventuno anni ed entra nel suo secondo ventennio di vita. Come sempre, promette anche per il 2018 un pieno di serate a base di cene e Teatro. Ventunesimo atto di scorribande del primo esperimento internazionale di vita godereccia. Per la direzione artistica di Andrea Kaemmerle. Il motto è sempre lo stesso: “Si può solo godere o soffrire, godicchiare non è serio”. Due le cifre che l’accompagnano: oltre 1300 serate in venti anni con più di 125.000 spettatori.

In cinque mesi ci sono 47 date disseminate in tutta la Toscana, dal 15 giugno fino al 20 ottobre tra le province di Arezzo, Livorno, Firenze, Lucca e Pisa, in 18 Comuni: Altopascio, Bientina, Calcinaia, Capannoli, Capannori, Casale Marittimo, Casciana Terme Lari, Castellina Marittima, Crespina Lorenzana, Fucecchio, Livorno, Montaione, Pisa, Ponsacco, Pontedera, Santa Maria a Monte, Terranuova Bracciolini e Vicopisano.

Utopia del Buongusto si propone ancora come la più grande rete regionale di Teatro all’aperto, più che un evento raro, una buona abitudine normale e semplice. Come sempre Utopia scova e offre al suo pubblico tanti spettacoli inediti, sostenendo la nascita di nuovi copioni e la ricerca drammaturgica.

By