Il dono del sorriso di Ilaria a cinque anni dalla sua scomparsa

PISA – Non si spenge il sorriso di Ilaria Alestra, la ragazza scomparsa il 22 Luglio 2014 a causa delle gravi complicanze dopo un trapianto di midollo osseo.

Il suo ricordo è ancora ben vivo ed alcuni eventi organizzati dal papà Marco, sono stati importante momento di educazione ed anche di raccolta fondi per la ricerca e la solidarietà.Uno di essi in particolare, svoltosi al BLITZ di S.Giovanni alla Vena, messo a disposizione dai fratelli Davide e Giovanni NICCOLAI in occasione del 28° compleanno di Ilaria ed al quale hanno partecipato, fra gli altri, il musicista Marco Bachi celebre bassista della Bandabardò ed il comico pisano Stefano Bellani, ha dato la possibilità di raccogliere ben 3.200 euro che sono stati donati in parte all’ A.G.B.A.L.T. di Pisa, a sostegno delle famiglie dei bambini in cura, ed in parte a FA.RI.TMO onlus, associazione di ricerca, con sedi presso l’ospedale S.Martino di Genova

ed il policlinico Gemelli di Roma, che proprio attraverso questi fondi ha istituito una borsa di studio che ricerca le possibili cure alle rare ma gravi problematiche di rigetto che possono insorgere dopo il trapianto di midollo osseo.Il ricordo di ILARIA è anche nel segno dell’educazione al dono.In quest’ottica l’11 Aprile scorso si è svolto al PALAZZO dei CONGRESSI di Pisa la quinta edizione della manifestazione DONACI ILARIA, organizzata dal Liceo “F.Buonarroti” in collaborazione con AVIS ed AGBALT di Pisa e col gratuito patrocinio del Comune di Pisa.Circa novecento giovani, provenienti da tutte scuole superiori pisane, hanno gremito il palazzo dei congressi ed assistito ad un interessante evento ricco di emozioni, di musica ed arte, caratterizzato dalle esibizioni di alcuni studenti stessi. lI provveditore agli studi di Pisa dott. Giacomo Tizzanini e il Dirigente Scolastico del Liceo Buonarroti, dott. Alessandro SALERNI, hanno aperto la manifestazione con un accorato invito ai ragazzi a saper cogliere l’importanza del dono e l’essenza di questi momenti di “gioiosa cultura”.Poi l’informazione e la sensibilizzazione sull’importanza della donazione di sangue e di midollo osseo introdotta dal Presidente del Consiglio Comunale di Pisa dott. Alessandro GENNAI e proseguita a cura del presidente di AVIS dott. Paolo Ghezzi, del prof. Pierantonio Macchia e della dott. Sayla Bernasconi , gli ultimi due illustri specialisti del settore oncoematologico. Il prof. Alestra, papà di Ilaria, ha testimoniato la storia della figlia e sottolineato quanto la disponibilità al dono di ognuno dei giovani presenti possa essere determinante per la salute altrui nonché foriera di concrete speranze di guarigione per chi si ammala.Importantissimo il momento in cui alunni neo-donatori e un giovane trapiantato sono saliti sul palco a raccontare le loro storie, riversando sul giovane pubblico il loro reale vissuto.Gli interventi sono stati intercalati da esibizioni di canto, ballo e recitazione nelle quali a proporsi sono state le alunne e gli alunni delle varie scuole pisane.

Da queste righe un sentito ringraziamento di papà Marco a tutti coloro che hanno contribuito e collaborato all’organizzazione ed alla riuscita di queste due iniziative che in qualche modo tengono Ilaria ancora viva accanto a noi.

By