Dopo 29 giornate il traguardo è ormai vicino: tutti i possibili scenari legati al Pisa

PISA – Sono state ventinove giornate di alti e bassi, clamorosi scivoloni ed epiche risalite. Con una giornata di anticipo il Pisa è riuscito a centrare la qualificazione matematica ai play off, per il secondo anno consecutivo. Importante sarà il piazzamento finale in classifica per decidere gli accoppiamenti.

di Marco Scialpi

Ecco in maniera schematica i possibili incroci:

Situazione ad oggi, a novanta minuti dalla fine della stagione regolare:

Perugia 63

Frosinone 62

Lecce 61

Catanzaro 54

L’Aquila 52

Benevento 50

Pisa 49

Pontedera 46

Salernitana 46

Prossimo turno:

Paganese – Salernitana

Prato – Benevento

L’Aquila – Catanzaro

Perugia – Frosinone

Barletta – Grosseto

Pontedera – Gubbio

Ascoli – Nocerina

Viareggio – Pisa

Posto che la promozione diretta si deciderà al “Curi” domenica prossima nel match tra Perugia e Frosinone, che si preannuncia sconsigliato ai deboli di cuore, per la griglia play off, la situazione rimane ancora piuttosto fluida, nonostante manchino solo tre punti da assegnare.

Anche con un solo punto a Viareggio, il Pisa, blinderebbe il settimo posto, andando ad incontrare la quarta classificata: al momento il Catanzaro.

In caso di arrivo a pari punti intervengono i risultati del campionato, in caso di ulteriore parità (vedi Pisa e Benevento, che si sono divise equamente la posta in entrambe le sfide), si fa ricorso alla differenza reti.

Situazione Pisa:

Per agganciare il quinto posto è necessario che i nerazzurri espugnino Viareggio, che il Benevento perda o pareggi e che L’Aquila perda contro il Catanzaro. Il Pisa si troverebbe appaiato agli abruzzesi, che supererebbe per il vantaggio negli scontri diretti.

In caso di arrivo a pari punti con il Benevento invece interverrebbe la differenza reti, perchè entrambe le sfide con i sanniti della stagione regolare sono finite con la divisione equa della posta in palio. In questo caso i giallorossi sono nettamente in vantaggio su di noi.

Il sesto posto, per il ragionamento appena fatto, è impossibile, infatti, portando via un punto dallo Stadio dei Pini e considerando una ipotetica sconfitta del Benevento, ci troveremmo entrambi a 50 punti, ma penalizzati dalla differenza reti.

Il settimo posto è quello maggiormente alla portata, basta un pareggio nella prossima partita ed andremo ad affrontare la quarta in graduatoria, in questo momento il Catanzaro.

In caso di sconfitta in terra versiliese: Pontedera e Salernitana rincorrono a tre punti di distanza dal Pisa che le precede, vincendo ci raggiungerebbero e ci passerebbero avanti in quanto in vantaggio nei confronti diretti. In caso di vittoria di una delle due e di scivolone nostro sarebbe ottavo posto, affrontando chi ottiene la terza piazza, in caso di bottino pieno per entrambe, invece sarebbe nona posizione, con sfida alla seconda, quindi ad una tra Perugia e Frosinone.

pisa-logo

By