Dopo la pandemia il grande ritorno del tifo sugli spalti a Rovetta

ROVETTA – La giornata di Rovetta del Pisa Sc contro la Cremonese chiusasi in parità (1-1) ha segnato anche l’importante ritorno dei tifosi sugli spalti a sostenere Gucher e compagni ancora da vicino.

di Maurizio Ficeli

Tifosi nerazzurri presenti in gran numero nella Valseriana bergamasca per vedere all’opera i propri beniamini.

Lungo le strade della zona che portava al ritiro di Rovetta, si poteva osservare tutto un pullulare di tifosi nerazzurri, che hanno riempito alberghi e ristoranti in attesa di poter assistere alla gara amichevole fra Pisa e Cremonese.

Posti assolutamente belli da visitare, molto interessante il paese di Bratto, nel comune di Castiglion della Valseriana, dove c’è il quartier generale della squadra, con alcuni stupendi scorci di montagna e con la chiesa del paese veramente interessante da un punto di vista artistico. Inoltre si respirava un bel clima, abituati come siamo di questi tempi al caldo e all’umidità delle pianure.

Verso le 16 pian piano il serpentone nerazzurro si è avviato verso lo stadio di Rovetta dove era in programma l’amichevole fra Pisa e Cremonese. E lì si è rivisto il grande pubblico pisano, il cui entusiasmo non è stato minimamente scalfito da questa lunga assenza dovuta alla pandemia. Tutti i posti a lato del terreno di gioco, tribuna compresa, ribollivano di tifo nerazzurro. Si potevano notare tifosi della curva nord, della gradinata, del Centro Coordinamento, del Club Autonomo Nerazzurro di Sabrina e Marco Pavolettoni, questi ultimi tutti rigorosamente con la divisa del gruppo.

Tifo delle grandi occasioni ed applausi reciproci fra la squadra e la tifoseria pisana. Gran boato al gol di Davide Marsura, con lo speaker che scandiva il nome del giocatore ex Livorno e la gente rispondeva urlandone il cognome. Poi nel secondo tempo il giocatore grigiorosso Paolo Bartolomei, autentica bestia nera per i nostri colori (vedi un gol su punizione da 30 metri in un Pisa – Pontedera dove i granata espugnarono l’Arena ha portato in parità nel sorti per i grigiorossi cremonesi.

Comunque una prova che ha lasciato tutto sommato soddisfatti. E con questo numeroso esordio della tifoseria nerazzurra a Rovetta, auspichiamo un grande ritorno del tifo nerazzurro anche fra le mura amiche dell’Arena, affinché possa ritornare quel grido di sostegno a cui tutti siamo abituati all’interno della nostra Arena.

By