Il doppio ex Roberto Gimmelli a Pisanews: “Pisa – Viterbese gara da tripla”

PISA – Gara casalinga importante,quella di domenica prossima,nella quale il Pisa affronterà, fra le mura amiche una Viterbese a punteggio pieno,che viene da una importante vittoria contro la Carrarese per 4 a 3 sicuramente una partita da prendere con le molle. E di tutto ciò noi di Pisanews ne abbiamo parlato contattando un doppio ex :si tratta di Roberto Gimmelli, classe 1982, difensore, attualmente in forza al Civitavecchia, in Eccellenza, che ha giocato alcuni anni nelle file della squadra viterbese e vive tutt’ora nella città laziale pur essendo originario della Puglia e che ha anche militato nel Pisa per due stagioni,dove giunse nei 2010 insieme a Federico Cerone e Ciccio Favasuli, ai tempi della presidenza Camilli -Battini, rimanendo altresi legato anche alla nostra città dove, tra l’altro è nato suo figlio.

di Maurizio Ficeli

D. Roberto, ben ritrovato su Pisanews: cosa stai facendo attualmente?

R. “Sto continuando a giocare, milito nel Civitavecchia in Eccellenza e vivo a Viterbo, che ormai è la mia città di adozione, ma c’è mio figlio, che ora ha sei anni, che nacque a Pisa il 23 Maggio 2011”.

D. Che programmi hai per il tuo futuro?

R. “Vorrei rimanere nel calcio, anche se è un mondo difficile, mi piacerebbe allenare, per ora però fino a che ce la farò, voglio continuare a giocare”.

D. Che ricordi hai della tua esperienza all’ombra della Torre Pendente?

R. “A Pisa sono stato benissimo sia come ambiente calcistico ed a livello di città perchè è una grande piazza con un pubblico eccezionale. Ricordo con grande piacere il periodo in cui ho indossato la maglia nerazzurra”.

D. Sarai senz’altro rimasto in contatto con i compagni di squadra di quel periodo vero?

R. “Certamente, ogni tanto mi sento con Gabriel Raimondi, che vive li a Pisa e poi con Giovanni Passiglia, che sta a Sarzana ed ogni tanto fra una telefonata e l’altra, capita di parlare di quel periodo vissuto insieme nel Pisa”.

D. Mentre riguardo alla Viterbese cosa ci puoi dire?

R. “La Viterbese è di Piero Camilli il quale ha costruito un’ottima squadra che dirà sicuramente la sua in questo campionato. Si vengono da una vittoria per 4 a 3 con la Carrarese ma malgrado i 4 gol fatti hanno una difesa solida ed efficace, anche se hanno rischiato di buttare via 3 punti perché sul 4 a 1 si sono un po’rilassati. Piuttosto mi auguro che non ci siano problemi fra le due tifoserie, perchè mi ricordo, quando giocavo nel Pisa, degli spiacevoli episodi avvenuti in un triangolare a Chianciano Terme”.

D. Un tuo giudizio sul Pisa invece?

R. “Sono certo che i giocatori che attualmente compongono la rosa nerazzurra saranno sicuramente all’altezza di togliere soddisfazioni al pubblico di Pisa. È stato un peccato la retrocessione dello scorso anno dopo due anni belli. Il mio auspicio è che questa società dia futuro e stabilità, come mi pare stiano facendo, perchè I tifosi nerazzurri lo meritano per l’attaccamento e la passione che hanno”.

D. Una società che ha anche progetti ambiziosi, uno dei quali riguarda l’investimento sull’Arena Anconetani…

R. “Questo è positivo, mi auguro che portino avanti progetti come questi, perchè sono linfa vitale per la stessa società e per tutta la città di Pisa”.

D. Che partita sarà quella fra Pisa e Viterbese?

R. “Sicuramente sarà una gara giocata da entrambe le squadre per vincere. Il Pisa avrà certamente fame di punti, ma anche la Viterbese, che ad oggi è andata oltre le aspettative, se la giocherà per portare a casa un risultato positivo”.

D. Che ruolo reciteranno in questo campionato il Pisa e la Viterbese?

R. “Io penso che alla fine i valori verranno fuori, quindi io vedo in pole position Alessandria, Pisa e Livorno, poi si può inserire anche la Viterbese, che ha un presidente come Camilli abituato a lottare per il vertice e se a gennaio la Viterbese sarà nelle posizioni attuali, sicuramente il presidente agirà sul mercato per rinforzare la squadra e per centrare il massimo obiettivo”.

By