“I due corsari” in scena a Volterra. Giovedì 27 Luglio

Volterra – Giovedì 27 luglio a Montecatini Val di Cecina alle 21,30 in Piazza Garibaldi va in scena “I due Corsari”. A cura de la Macchina del Tuono. Un breve, ma significativo momento della storia della canzone italiana raccontato daFabrizio Checcacci e Fabio Fantin (narratori e voce), accompagnati da Giacomo Ferrari alla tastiera.

Si tratta di una storia di un’amicizia tra i giovanissimi Enzo Jannacci e Giorgio Gaber che nel 1958, dopo la collaborazione con Adriano Celentano, decidono di formare un duo canoro. Gaber ha già un contratto con la Dischi Ricordi, ed è appunto per la neonata etichetta milanese che i due andranno a incidere insieme. Il genere preminente dei loro pezzi è il nascente rock n’roll, tranne qualche eccezione più melodica, come Il cane e la stella.  Ciò che accomuna, però, tutte le canzoni del loro repertorio sono i testi, sempre umoristici e a volte antesignani del rock demenziale (ad esempio Una fetta di limone, forse il loro brano più noto, con cui partecipano alla Sei giorni della canzone). Nel 1960 il duo si scioglie, principalmente per l’affermarsi di Gaber come solista, e anche Jannacci intraprende a sua volta la carriera di cantautore, ma la loro amicizia non ne risente. Continueranno a vedersi ma a lavorare a distanza, con qualche sporadica ma bellissima collaborazione come “Aspettando Godot”.

Venerdì 28 luglio a Volterra, alle 19,00 alle Logge di piazza dei Priori, Augusto Sainati presenta “Terza  Strada”. Incontro con Alessandro Schwed. L’avventura di Jiga Melik da Il Male alla scrittura scenica. Dalle 19,45, percorso interno della Pinacoteca, troviamo “Sedia contro Sedia”: 7 attori per 7 spettatori con spettacoli di 5 minuti a ripetizione. Esperienza di vicinanza. Alle 21,00 al Giardino della Pinacoteca, Anna Meacci in “Caldane” di Anna Meacci e Dodi Conti che ne cura anche la regia.  Quando la comicità migliora la vita di tutti i giorni. Alle 22,30 inPiazza San Giovanni, Guascone Teatro in “Ogni fuga è un arte”. Una prima nazionale, produzione Volterra Teatro 2017. Progetto di Andrea Kaemmerle con Roberto Cecchetti, Emiliano Benassai, Marco Vanni, Andrea Barsali.

Per la direzione artistica di Andrea Kaemmerle, il festival va sotto il titolo di “Tutto il possibile”. Perché 55 musicisti, 11 attori, 7 attrici , 8 cantanti 3 poeti, 3 giornalisti, un critico cinematografico, un’artigiana/scenografa , un cantastorie e 5 tecnici , ciascuno con la sua arte e con il suo mestiere, faranno tutto il possibile perché anche questo anno “Volterra Teatro” sia occasione di incanto, bellezza e terreno fertile per emozioni e buoni pensieri.

Progetto sostenuto e finanziato dai Comuni di Volterra, Pomarance, Montecatini e Castelnuovo Val di Cecina e Regione Toscana. Organizzazione: Associazione Internazionale di Teatro Guascone.

«Questa volta – spiega Andrea Kaemmerle – sarà un festival corsaro, fatto di tante bellissime piccole perle gettate per aria per creare un nuovo cielo stellato. Corsaro perché molto avventuroso, leggermente impertinente e fatto di incursioni poetiche. Un assalto teatrale con galee leggere ed agili. Piccole tempeste e qualche brutta nuvola hanno chiesto al destino di portarci a solcare la meravigliosa Val di Cecina, un mare giallo con Volterra che emerge tra le onde di grano.
Come in tutte le imprese corsare abbiamo chiamato in adunata i colleghi ed i compagni di viaggio che da 30 anni camminano con Guascone Teatro. Ve li faremo conoscere e credo vi piaceranno molto. Ne vedrete delle belle perché il festival è così prestigioso ed i luoghi sono così belli che la ciurma sarà composta da tante persone».

 

Nel calendario si avrà modo di scoprire la mappa con tutti i segreti. «Era un azzardo ed abbiamo azzardato – aggiunge Kaemmerle – e sono felice di essere riuscito ad imbarcare in questa traversata grandi artisti di generazioni lontanissime».

Si spazia tra i talenti giovani che fanno questo mestiere da 7 anni ai grandi maestri che da più di 50 anni tengono fermo il timone contro gli assalti di superficialità ed imbarbarimento.

Sarà un festival semplice, onesto, umano e molto ironico. Il consiglio al pubblico: «fatevi sedurre da questo vascello vagabondo con la cambusa piena di arte e letteratura, rischiate solo di sentirvi ancora meglio». Parola di Andrea Kaemmerle.

Il programma va avanti nei seguenti giorni: 

Sabato 29 luglio a Volterra, dalle 11,00 alle Loggie dei Priori, laboratorio gratuito sulla Narrazione condotto da Anna Meacci. Dalle 19,30 per le vie del centro il cantastorie Felice Pantone in “Una Goccia Cantata”. Alle 21,00,Palazzo dei Priori, Anna Meacci in Performance finale del Laboratorio.

Sabato 29 luglio a A Castelnuovo val di Cecina, alle 21,30 nel giardino comunale di Piazza Matteotti, Toscana Folk Studio in “Le Cantore, dalla Toscana al Mondointero”. Con Angela Batoni, Susy Bellucci, Lisetta Luchini, Chiara Riondino.

Domenica 30 luglio a Volterra, dalle 19,45, percorso interno della Pinacoteca, “Sedia contro Sedia”. Ore 21,30 Piazza San Giovanni  Anna Meacci in “Volevo Fare la DJ”. 

Tutti i giorni dalle 10,30 sarà attiva la mostra di Brunella Tegas “I Quadritos”, nello spazio espositivo sotto le Logge di Piazza dei Priori.

Gli spettacoli, i laboratori e le iniziative sono tutti ad ingresso gratuito tranne “Lisciami” il 25 luglio al Teatro Persio Flacco e Le Sorelle Marinetti il 26 luglio sempre al Persio Flacco ad euro 5. Informazioni al 3280625881-3203667354. Programma completo su www.guasconeteatro.it.

By