Due iniziative per la città. Paolo Fontanelli: “In caso di ballottaggio voteremo Serfogli”

PISA – Presentate mercoledì 23 maggio da parte dell’On. Paolo Fontanelli, le iniziative calendarizzate per l’inizio del prossimo mese di giugno, di cui la prima più pertinente alla situazione della nostra città, dal titolo “LE CITTÀ NEL CAMBIAMENTO: INNOVAZIONE, AMBIENTE, TERRITORIO” e che si terrà venerdì 1 giugno prossimo.

di Giovanni Manenti

La seconda a tema di carattere nazionale, avrà come titolo: “IL PAESE E LA SINISTRA DI FRONTE AL GOVERNO LEGA-M5S. DIALOGO A PIÙ VOCI“, da tenersi lunedì 4 giugno.

PENSIERI E PAROLE: DUE APPUNTAMENTI “Stiamo organizzando due iniziative di cui la prima ha per tema le problematiche della città, per costruire un appuntamento che vuole essere un approfondimento riguardo alle prospettive delle città per il futuro, che avrà luogo il prossimo 1 giugno attraverso un incontro pubblico a cui parteciperanno Rossella Moroni, ex Presidente Lega Ambiente, Stefano Casini Benvenuti, Direttore Irpet e Domenico Laforenza, protagonista di diversi incontri sui problemi della Smart City, intendendo con questo dibattito dare un contributo sui problemi complessivi della città rispetto a quanto di frammentario sta avvenendo in questi giorni di campagna elettorale in vista delle prossime consultazioni amministrative. La seconda iniziativa – continua Fontanelli – riguarda i temi a livello nazionale sui quali abbiamo già iniziato a lavorare prima degli ultimi avvenimenti, promuovendo una discussione su questa importante novità di un nuovo Governo Lega-M5S e che avrà luogo lunedì sera 4 giugno prossimo con la disponibilità già data dal Prof. Pertici, Bianchini, Iacono e molti altri, oltre a La Foggia, Senatore di Liberi ed Uguali ed anche Alessandra Nardini, al fine di occasione di riflessione su quelli che possono essere gli scenari futuri del Paese, ritenendo da parte nostra essere necessario ricompattare la sinistra al fine di addivenire ad una opposizione comune, pur con tutte le difficoltà che ancora esistono all’interno del Partito democratico e che non hanno trovato una loro completa definizione.

IN CASO DI BALLOTTAGGIO. “Resta inteso – chiude Fontanelli – che in caso di ballottaggio alle prossime elezioni amministrative, siamo ad invitare i nostri aderenti a votare per il candidato che rappresenta il centrosinistra, al fine di evitare che la città vada in mano alla coalizione di centrodestra, considerato che ben difficilmente potrà esserci una elezione diretta al primo turno, laddove si pensi che sia io che Filippeschi, in un contesto politico ben diverso dovemmo ricorrere al ballottaggio”.

By