Due titoli Italiani assoluti “BR25” per Matteoli del Tiro a Segno Pontedera.

PISASabato 14 e domenica 15 Ottobre, presso il Tiro a segno di Verona si sono
svolte le finali del campionato italiano di “Bench Rest” a 25 metri, sia per
quanto riguarda le discipline a “fuoco” calibro 22 Lr che ad Aria Compressa.

Dopo 3 turni da 25 tiri in 20 minuti questi i principali risultati:
Alessandro “Spazialex” Matteoli del TSN Pontedera con l’ottimo punteggio di
749.43 su 750, è campione Italiano nella cat. Sporter Rimfire, completano
il podio, Roberto Scano, 747.38 (TSN Sassari) e Giuseppe Massimo Vacca,
746.44 (TSN Sassari).

Il giorno dopo lo stesso Matteoli, bissa il successo in una categoria
completamente diversa la “Diottra ad Aria Compressa” con il Record di 465.23
(in questa categoria con mire libere si sparano 16 x 3 colpi), completano il
podio, Sergio Franchi del TSN Gavardo (Brescia) e Maurizio Panzeri del TSN
Ponte San Pietro (Bergamo) – In questa categoria non è necessario il porto
d’armi, e si spara essenzialmente con le stesse carabine del C10-ISSF, che
ha visto Niccolò Campriani vincere la medaglia d’oro alle recenti Olimpiadi,
la distanza passa da 10 a 25metri con l’aiuto di un semplice appoggio
anteriore. Di recente introduzione da parte dell’UITS su suggerimento di
Roberto Fantozzi (TSN Lucca), promette una forte espansione in futuro.

La sorpresa è Dino Niccolini di Riglione, PI (TSN Cascina) che Vince la cat. Heavy Varmint ad Aria Compressa con 748.43 battendo Giampietro Mazzolari del
TSN Codogno (Lodi) e Marco Pagnini del TSN Pistoia.

Per la cronaca gli altri titoli italiani UITS sono stati assegnati a:
cat. Heavy Varmint Rimfire a Walter Botta del TSN Legnano (MI) cat. Light
Varmint Air a Giovanni Atzeni del TSN Napoli cat. Light Varmint Rimfire a
Palumbo Giovanni del TSN Vercelli cat. Sporter Air a Walter Pieretti del TSN
Bagnolo Mella (Brescia) ottimo secondo Marco Pagnini (Tsn Prato) Con un
medagliere che vede la Provincia di Pisa al Primo Posto.

Il Bench (Tavolo), Rest (Appoggio) è una disciplina che nasce negli stati
uniti per tiri a grandi distanza e di grosso calibro, in italia ed Europa è
stata adattata alle dimensioni dei nostri poligoni, si spara a 25m, 50m e
100m con il piccolo calibro 22LR, e limitatamente al 25 metri anche con
l’aria compressa. Il 10 nel bersaglio misura solo 2 mm, l’iniziale vantaggio
di poter sfruttare l’appoggio del “Rest” si scontra col fatto che non è
permesso il minimo errore, arma, munizioni, calcolo del vento, tutto deve
essere perfetto, e la Toscana la fa da padrona in molte categorie. Nel
prossimo Weekend presso il TSN Milano si terranno le Finali a 50 metri di BR
Production che ottime possibilità per i Tiratori Pisani – info: www.uits.it

By