Ecco il Bonus Gatti. Undicimila euro per la cura dei felini per le famiglie indigenti

PISA – Un contributo di undicimila euro per la cura e la sterilizzazione dei gatti di proprietà di famiglie indigenti residenti nel Comune di Pisa.

E’ l’obiettivo del “bonus gatti”, la misura è stata decisa dall’amministrazione comunale che ne ha affidato alla Società della Salute della Zona Pisana, per venire incontro ai gattari e alle gattare con colonia felina riconosciuta residenti sul territorio comunale e con Isee inferiore ai 20mila euro l’anno.

Concretamente il contributo sarà gestito tramite l’associazione animalista che avrà ottenuto il punteggio più alto fra quelle che avranno preso parte all’avviso pubblico, attualmente in pubblicazione sul sito della SdS Pisana. Sarà a quest’ultima, quindi, che si dovranno rivolgere i cittadini interessati, una volta che saranno espletate le procedure previste dall’evidenza pubblica.

Le associazioni animaliste pisane interessate hanno tempo fino alle 12 del 12 ottobre per inviare la domanda: la modulistica può essere scaricata da www.sds.zonapisana.it. La richiesta dovrà anche essere corredata da statuto dell’associazione, documento d’identità del rappresentante legale e soprattutto progetto di tutela delle colonie feline: gli interventi coperti dal finanziamento, infatti, sono quelli di carattere sanitario sui felini e devono essere attestati dalle associazioni attraverso la documentazione emessa dai veterinari.

Ogni promessa è un debito, dopo aver aiutato i padroni dei cani è la volta dei padroni dei gatti – afferma Gianna Gambaccini, presidente della Società della Salute Zona Pisana, con un piccolo finanziamento di 11.000 euro che va ad aiutare le fasce più deboli. Il bando è fatto su misura per le associazioni animaliste che si dovranno prendere cura di quelle “colonie feline” che vivono nei vari condomini della città e nei quartieri popolari assieme a persone indigenti. Un piccolo gesto, una mano tesa verso questa cerchia di persone che hanno bisogno di auto e stanno vicine agli animali“.

By