Ecco la Guida CRI, il nuovo servizio di trasporto per anziani e persone con autonomia ridotta

CASCINA – Si chiama “Guida Cri” il nuovo servizio sociale di trasporto rivolto alle persone che hanno difficoltà a spostarsi per far fronte alle normali incombenze quotidiane. Lo attiverà a breve la Croce Rossa Italiana di San Frediano a Settimo in collaborazione con il Comune di Cascina.

Si può utilizzare il servizio per farsi accompagnare in banca, agli uffici postali, in farmacia, ai centri sociali, ai supermercati e anche per visite ai parenti. Chi è interessato può contattare l’assessorato alle politiche sociali ai numeri 050 719312 o 050 719316, il martedì dalle ore 9 alle ore 13 e il giovedì dalle ore 15 alle ore 17.

L’iniziativa è stata presentata stamattina in municipio da Paolo Montinaro, coordinatore del gruppo giovani della Croce Rossa Italiana di San Frediano a Settimo, da Edoardo Ziello, assessore al welfare di Cascina, e dal sindaco Susanna Ceccardi.

«Siamo partiti dalla constatazione che molte persone, soprattutto anziani, hanno grosse difficoltà sia a spostarsi con mezzi propri, sia ad utilizzare i mezzi pubblici -ha spiegato Montinaro- molto spesso perché si tratta di persone che, sebbene autosufficienti, hanno però una autonomia limitata se devono essere loro a guidare mezzi propri oppure se devono prendere i mezzi pubblici. Le fermate degli autobus possono essere troppo lontane dall’abitazione, oppure i mezzi possono essere così affollati da non trovare posti e sedere. E affrontare un viaggio in piedi su un bus di linea, tra curve e frenate, può essere, per molti anziani, un’impresa. Ecco che ci è venuta l’idea di istituire questo servizio, con i mezzi della Croce Rossa, e totalmente gratuito, sia per i cittadini, sia per il Comune».

«Questo servizio è la dimostrazione che i giovani non sono dei bamboccioni annoiati -ha detto l’assessore Ziello- ma sono solidali, sensibili e attivi e che hanno un ruolo sociale fondamentale. Il nostro ruolo, come Comune, sarà quello di raccogliere le richieste dei cittadini che vogliono essere accompagnati e misurarne il grado di bisogno, per garantire che il servizio sia erogato a persone che ne hanno davvero necessità».

«Il fatto che questo progetto sia nato dal gruppo giovani della Croce Rossa di San Frediano smentisce il luogo comune sui giovani disinteressati – ha detto il sindaco Ceccardi- e mi rivolgo a tutti i giovani di Cascina e li invito ad attivarsi per rendersi utili ai loro nonni, e anche per i nonni degli altri. L’auspicio è che quello che presentiamo oggi possa essere un progetto pilota da cui possano prendere spunto anche altre associazioni per proporci altri servizi di natura sociale. Noi li valuteremo volentieri, perché la nostra finalità è valorizzare le associazioni del territorio».

Alla presentazione in Comune hanno parteciapto anche alcuni volontari del gruppo giovani della Croce Rossa di San Frediano: Mirko Bindi, Benedetta Benedettini, Lorenzo Della Volpe, Michael Firera e Andrea Montinaro. (dp)

By