Edilizia ERP, il Comune di Pisa ottiene un contributo regionale di oltre un milione di euro

PISA – È stata approvata la graduatoria della Regione Toscana che assegna ai comuni toscani che avevano fatto richiesta dei contributi per realizzare interventi di efficienza energetica in edifici di Edilizia Residenziale Pubblica, le risorse che ciascun ente avrà a disposizione per le tre annualità dal 2020 al 2022.

Il Comune di Pisa ha presentato 5 richieste di finanziamento per gli alloggi di via Matteucci e di via Merlo ottenendo un contributo pari a 1.050.380 euro. Dato che la spesa complessiva degli interventi ammonta a 1.750.000 euro, il Comune di Pisa contribuirà con circa 700 mila euro di risorse proprie alla realizzazione delle opere.

Stiamo riversando un’attenzione ai quartieri più periferici e agli edifici popolari che a Pisa non si era mai vista – dichiara il sindaco di Pisa Michele Conti -. Nel 2021 abbiamo messo in cantiere interventi di manutenzione agli edifici ERP per un investimento di 1 milione e 200 mila euro, con cantieri distribuiti in tutta la città. Oltre agli investimenti sugli edifici, le risorse stanziate direttamente dal Comune per ristrutturare gli alloggi rimasti vuoti ci hanno permesso di assegnare ad oggi 143 case popolari, che diventeranno 212 entro il 2021, per un investimento complessivo di oltre 2 milioni di euro. Tutte risorse stanziate direttamente dal Comune per mantenere il patrimonio ERP della nostra città e per risolvere le esigenze dei cittadini senza casa”.

Oltre a tutto ciò – prosegue il Sindaco – adesso la città di Pisa riceve più di un milione di euro dalla Regione Toscana sulla base dello specifico fondo ministeriale dedicato all’efficientamento energetico. Si tratta di risorse importanti che arrivano a Pisa grazie ai validi progetti presentati da Apes e Amministrazione e grazie al lavoro svolto dagli uffici. Sono nuove risorse che fanno seguito ad un preciso indirizzo politico finalizzato a migliorare concretamente la qualità della vita nei quartieri popolari, con interventi di ristrutturazione ed efficientamento, che possono servire a liberare ulteriori risorse utili a portare avanti l’intero programma di valorizzazione degli alloggi popolari cittadini.

Il Comune di Pisa – aggiunge l’assessore alle politiche sociali e abitative Gianna Gambaccini –  grazie all’impegno degli uffici e agli ottimi progetti avanzati da Apes, è riuscito ad ottenere il finanziamento più rilevante tra tutti i comuni toscani che hanno presentato la richiesta. Consideriamo infatti che in media gli altri comuni hanno ricevuto circa 400 mila euro di contributo complessivo, a fronte del contributo di oltre un milione riconosciuto a Pisa. Ben 5 i progetti presentati dalla nostra Amministrazione che sono stati finanziati al 100% rispetto a quanto richiesto: nessun altro comune è riuscito a presentare così tanti progetti tutti ritenuti validi, ricevendo quasi un quarto del totale dei contributi a disposizione di tutta la regione. Con queste risorse potremo finalmente intervenire andando a risolvere le situazioni più critiche sul fronte dell’efficientamento energetico, finora rimasto molto trascurato in tutti questi anni, andando ad inserire un altro tassello all’interno del nostro programma di investimenti per le ristrutturazioni degli edifici popolari.

Ammontano in totale a 4 milioni e 425 mila i fondi che su tre annualità la Regione Toscana destina ai comuni richiedenti in base a quanto previsto dal D.M. 26/01/2012 che prevede “Condizioni, modalità e termini per l’utilizzo della dotazione del Fondo finalizzato alla riduzione dei costi della fornitura di energia per finalità sociali, e che stabilisce i criteri con cui assegnare contributi, fra gli altri, ai soggetti pubblici titolari degli immobili di Edilizia Residenziale Pubblica finalizzati alla realizzazione, al potenziamento e alla manutenzione straordinaria di impianti per la produzione o la fornitura di energia utilizzanti fonti rinnovabili, nonché all’effettuazione di interventi di efficienza energetica tali da ridurre i consumi di energia ed i relativi costi.

Nello specifico gli interventi finanziati riguarderanno 196 alloggi degli edifici popolari posti  a Cisanello in via Matteucci dal civico 47 al civico 57 (54 alloggi), via Merlo civici 16, 18 e 20 (24 alloggi), via Merlo civici 34, 36 e 38 (36 alloggi), via Merlo 28, 30, 32 (24 alloggi), via Matteucci dal civico 59 al 69 (58 alloggi).

By