Edoardo Goldaniga: “Il nuovo Mister ci ha aiutato a trovare la dimensione giusta, sappiamo di poter fare bene”

PISA – Al consueto incontro stampa – giocatori del martedì si è presentato Edoardo Goldaniga, sicuramente uno dei migliori giovani giunti quest’anno sotto la Torre. Dalle sue parole si è potuto percepire che il clima in casa nerazzurra è sereno ed il morale è alto, la squadra sta bene e niente vieta di credere ad un sogno chiamato Serie B.

di Marco Scialpi e Marco Pini

 

Prima stagione da professionista per Edoardo Goldaniga, passato in un anno dalla semifinale del campionato primavera, vinta dal Palermo con gol dello stesso difensore, di Kosnic e di Bollino, al grande palcoscenico del calcio che conta. Per lui strada già tracciata a tinte bianconere e torinesi.

Obiettivo stagionale centrato, i Play Off: “E’ una grande soddisfazione per me aver raggiunto gli spareggi, li abbiamo cercati e voluti con tutte le nostre forze. Speriamo di fare bene a L’Aquila, sono partite secche dove bisogna alzare al massimo il livello della concentrazione. Sarà necessario curare anche i minimi dettagli per tutta la settimana ed in campo domenica”.

Il prossimo avversario: “L’ Aquila è una squadra assolutamente da rispettare e da temere, sappiamo però il nostro valore. Se andiamo là con la massima concentrazione ed aggressività, potremo fare una bella partita”.

“Hanno fatto un gran campionato, ma dobbiamo essere consapevoli della nostra forza, fare quadrato, compattarci, per andare a vincere”.

Con l’arrivo di Menichini si respira un’aria diversa: “Positivo essere tornati alla vittoria fuori casa, con il nuovo Mister abbiamo trovato una dimensione giusta e sta andando tutto per il meglio”.

“E’ tornata l’autostima perchè abbiamo voluto vincere a tutti i costi a Viareggio e ce l’abbiamo fatta, guadagnando una posizione in classifica”.

Posizione in campo: “Sono pronto a giocare terzino, anche se non è il mio ruolo naturale perchè sono poco predisposto alla fase offensiva. Dovunque il Mister mi metterà, sarò pronto ad adattarmi e a dare il meglio”.

Importanti le giocate dei singoli in una partita secca: “Mi dispiace non ci sia Aiman Napoli, sentiremo la sua mancanza, ma ho massima fiducia in tutti i miei compagni. Speriamo il collettivo sia all’altezza, così che possa emergere anche magari qualche lampo del singolo, l’importante è comunque buttarla dentro”.

Condizione fisica in vista di possibili tempi supplementari: “Stiamo bene grazie al gran lavoro del Prof. Ferrini e del Mister, ma speriamo di chiuderla entro i novanta minuti”.

Pubblico pronto a seguire la squadra in terra abruzzese, è già caos biglietti: “Spero ci siano più tifosi possibile, sono calorosi e ci danno una mano per superare anche gli ostacoli più duri”.

Edoardo Goldaniga (foto pisanews.net)
Edoardo Goldaniga (foto pisanews.net)
By