Elisabetta Mazzarri: “Rilanciare l’agricoltura nel territorio di San Giuliano Terme. Un Agristeria nell’ex Baracchina”

SAN GIULIANO TERME – “In un mondo frenetico, dove tutto è omologato, per rilanciare la nostra economia locale è necessario essere la differenza.” Lo dichiara Elisabetta Mazzarri, candidato a Sindaco per le liste “+ San Giuliano Terme” e Cittadini per San Giuliano Terme”.

“Per farlo – continua Mazzarri – occorre passare da un percorso obbligato e riscoprire la propria identità, le proprie origini, le proprie radici. A ricordarcelo in questi giorni è l’Agrifiera, manifestazione appena conclusasi fiore all’occhiello del nostro territorio, che purtroppo negli ultimi anni è per lo più stata snaturato. San Giuliano è stata ed è soprattutto terra da coltivare. Nonostante questo, l’agricoltura resta, nel nostro Comune, una realtà in profonda crisi. Per rilanciare questo settore e l’economia di tutto il territorio, abbiamo pensato di sostenere il ripristino delle coltivazioni tradizionali, senza l’utilizzo dei diserbanti. Questo sarà possibile grazie a una collaborazione economica per la ricerca applicata (Facoltà di Agraria dell’Università di Pisa) sulla realtà sangiulianese, in sinergia con altri enti territoriali (i costi per l’amministrazione sangiulianese si aggirano intorno ai 15.000 euro a progetto).”

“Occorre di pari passo rivalorizzare la strada dell’olio e attivare la strada dei frantoi a Molina di Quosa, con la realizzazione di percorsi finalizzati a ricevere marchi di tipicità territoriale per alcuni prodotti storicamente tipici quali lo spinacio e la piattella pisana. Occorre anche istituire una rete turistico ricettiva con possibilità di degustazioni enogastronomiche e camminamenti naturalistici tra foresteria – centro parco monte castellare – valle delle fonti – cisternone – conclude Mazzarri – parallelamente è necessario dare vita al mercato contadino nel Parco dei Pini e realizzare nell’ex Baracchina un’Agristeria, elemento di congiunzione tra campagna e città, uno spazio dove fermarsi per fare colazione, pranzare con un panino, un piatto o un’insalata preparati con ingredienti genuini, di stagione e coltivati direttamente nei campi. Grazie all’Agristeria sarà anche possibile ricevere a casa o in ufficio il pranzo, facendo ordini via internet. L’Agristeria sarà un luogo di aggregazione dove si potrà comprare frutta e verdura di stagione a chilometro zero, coltivata nei nostri campi e in quelli di altre aziende toscane, selezionate in base a precisi criteri di qualità e genuinità. Presso il mercato contadino sarà possibile reperire inoltre latticini, uova, miele, pane, dolci e farina, sughi e conserve, birre, vini e olio valorizzando al massimo tutti i doni della nostra terra”.

By