Elogi e orgoglio per Carlo Cassola. Le parole del sindaco di Volterra

Volterra – L’importanza di Carlo Cassola è rilevante. Le parole del sindaco di Volterra lo sottolineano.

Il territorio di Volterra è orgoglioso dello scrittore Carlo Cassola. Il Sindaco di Volterra Marco Buselli e il vice sindaco di Cecina Giovanni Salvini lo hanno sottolineato durante il Salone del libro di Torino all’appuntamento con “Luoghi, cose, persone nella Toscana di Carlo Cassola”, evento organizzato all’interno dello spazio della Regione Toscana.

«La riscoperta della figura di Cassola – ha detto Buselli – è assolutamente prioritaria. La sua opera letteraria, infatti, ci ha lasciato il racconto e la narrazione dei nostri luoghi in alcune delle opere più significative della sua vita. Ancora oggi la ferrovia, la resistenza la nostra valle viene vissuta attraverso il suo forte potere evocativo». «E’ ora che i nostri territori aprano gli occhi e si sveglino – ha aggiunto Salvini – E’ innegabile, infatti, che dobbiamo ragionare in un’ottica di rete e promuovere il nostro straordinario territorio attraverso l’opera dei personaggi che hanno contribuito a renderlo tale».

A tracciare il profilo e la figura letteraria di Cassola è stato lo scrittore e direttore del portale della cultura toscana www.toscanalibri.it Luigi Oliveto che, proprio in autunno, darà alle stampe un libro sul rapporto tra Cassola e la Toscana e i suoi luoghi. L’appuntamento è stato anche l’occasione pper presentare in anteprima il sito www.cassola100anni.it, il portale del Comitato territoriale per le celebrazioni dei 100 anni della nascita dello scrittore.

L’iniziativa stessa rientra nella programmazione culturale condivisa dalle due amministrazioni comunali di Volterra e Cecina per una promozione dei territori che furono cari a Carlo Cassola e a cui stanno dedicando, insieme ad altre amministrazioni comunali e enti e associazioni culturali, un programma di eventi dal titolo #Cassola100anni. Allo scrittore saranno dedicate alcune tappe della nuova edizione del Treno Letterario che torna in autunno dopo lo straordinario successo dello scorso anno, mostre, convegni e il libro celebrativo.

 

By