Emanuele Suagher: “Prima la salvezza e poi i play-off”

PISA  – Un altra nota positiva della domenica appena trascorsa in casa nerazzurra è stata sicuramente quella della prestazione del terzino nerazzurro Emanuele Suagher, che ha risentito però con un pò di affaticamento e crampi della sfida con il Frosinone.

Niente di grave comunque…

“Dopo l’infortunio è stata la quinta partita da titolare ed  è normale avere rinsentimento muscolare”.

Sei contento del compito che mister Pagliari di ha assegnato in campo?

“Sono contento del ruolo che mister Pagliari mi ha dato. Ho visto molte più azioni sulle fascie da parte di Benedetti e Pedrelli”.

In passato avevi già svolto questo ruolo?

“In passato ho giocato terzino destro quando ero nella Primavera dell’Atalanta. Mi son trovato comunque bene. Bisogna essere sempre pronti quando il mister ci chiama in causa. Sono a completa disposizione. Ringrazio mister Pane che dopo il brutto infortunio ha creduto in me e mi ha fatto giocare. A me è servito per farmi sbloccare psicologicamente. Devo tanto a lui e anche a mister Pagliari per la fiducia che mi ha dato nel ruolo che non è il mio”.

E’ stato davvero un brutto momento. Sei daccordo?

“Sono rientrato dopo l’infortunio. E’ stato un periodo nero per il Pisa, ma non ci dobbiamo pensare più e ora dobbiamo guardare avanti con serenità e tranquillità, sperando anche, in un po di fortuna per quanto riguarda il gol”.

Con la vittoria contro il Frosinone il Pisa è ad un solo punto dai play-off…

“Ora pensiamo a salvarci il prima possibile, poi se ci troveremo in una classifica migliore, potremo pensare ai play-off. Non facciamo promesse per non deludere i tifosi,che domenica sono tornati abbastanza numerosi allo stadio e ci hanno sempre sostenuti anche nei momenti difficili”.

E’ cambiato qualcosa dopo l’esonero di mister Pane?

“La squadra è sempre stata compatta e unita anche con mister Pane. Solo che girava tutto storto. Ne approfitto per fare gli Auguri di Buona Pasqua a tutti i tifosi del Pisa”.

(con la collaborazione di Massimo Ficini)

By