Enel: a Larderello intitolata la sala riunioni ad Antonella Vanni

LARDERELLO – Enel Green Power ha intitolato la “sala riunioni direzionale” dello storico palazzo di Larderello ad Antonella Vanni, la collega di Castelnuovo Val di Cecina che risiedeva e lavorava a Larderello come responsabile del personale impiegato in geotermia, tragicamente scomparsa mentre rientrava da Roma con i colleghi Maurizio Stella e Paolo Bardelloni, nell’alluvione del novembre 2012 a causa del crollo del Ponte sull’Albegna. A Maurizio Stella è già stata dedicata una sala dedicata alla formazione dei dipendenti in materia di sicurezza, mentre nelle prossime settimane vi sarà un’iniziativa analoga in memoria di Paolo Bardelloni. La scelta della sala riunioni è stata condivisa con la famiglia di Antonella Vanni, sempre apprezzata per la dedizione e la professionalità con cui svolgeva la sua attività di responsabilità nella gestione del personale. All’inaugurazione della saletta erano presenti Roberto Deambrogio, Responsabile Europa e Italia di Enel Green Power; Massimo Montemaggi, Responsabile Geotermia Enel Green Power; Maurizio D’Amico, Responsabile Personale Enel Green Power; Marco Risaliti, compagno di Antonella Vanni, e Rino Bellucci, zio di Antonella. “Abbiamo voluto intitolare questa storica sala ad Antonella – ha detto Montemaggi – perché lei è sempre stata una persona che amava il dialogo con i colleghi. Con la sua professionalità, gentilezza e impegno svolgeva il suo compito in modo egregio e ci sembra doveroso farne memoria proprio attraverso uno degli spazi più significativo del villaggio Enel Green Power di Larderello”.

 

 

By