Enel mette in guardia dalle truffe

PISA – In questi giorni sono tornati alla ribalta alcuni isolati tentativi di raggiro a danno dei cittadini in alcune aree della città di Pisa.

Queste azioni sono spesso indirizzate a persone anziane. Si tratta di malfattori che si presentano come dipendenti di Enel o di altre società di servizio con l’intenzione di raggirare la buona fede dei cittadini, dicendo loro di dover effettuare verifiche al contatore e di riscuotere bollette non pagate. Enel mette in guardia tutti da truffe di questo genere e offre alcuni consigli.

“Non esistono persone incaricate dall’azienda a riscuotere o restituire somme di denaro a domicilio – spiega Alessandro Zerboni dell’Ufficio stampa di Enel – Questa avvertenza è chiaramente riportata anche sulla busta con la quale viene recapitata la bolletta elettrica, su cui si legge: Attenti alle truffe, non ci sono incaricati Enel che vengono a casa vostra per chiedervi il pagamento della bolletta”.

Se qualcuno si presenta a casa dei clienti Enel per richiedere soldi è un truffatore: va denunciato subito alla Polizia o ai Carabinieri. Qualsiasi pagamento dovuto a Enel va effettuato sempre e soltanto secondo i canali conosciuti: on-line con carta di credito, addebito su conto corrente bancario,sportelli bancomat abilitati, sportelli e uffici postali, addebito su conto corrente postale, sportelli bancari convenzionati ma anche bar e tabaccherie collegati alla rete Lottomatica Servizi e Sisal.

È importante diffidare sempre di coloro i quali, spacciandosi per dipendenti Enel, informano di essere a casa dei cittadini per restituire somme pagate in più su bollette precedenti. “Ogni variazione o recupero su consumi precedenti viene infatti effettuata sempre in bolletta – avvisa Zerboni – a meno che non si è invitati per iscritto a recarsi al Punto Enel di zona”. Zerboni invita a tenere sempre a portata di mano il numero telefonico gratuito di Enel Servizio Elettrico 800 900 800 (notizie sulle bollette) o Enel Energia 800 900 860 e, per i guasti, il numero 803 500. Nei casi dubbi o se si è in difficoltà è buona norma telefonare subito al 113 o al 112 per chiedere aiuto.

Fonte: Ufficio Stampa Enel

20131004-172343.jpg

By