Ennesima vittima di un femminicidio a Montecerboli

VOLTERRA – Un rumeno di 50 anni Petru Cornel Movila, ieri  si è tagliato le vene dopo aver ucciso la moglie Nona Movila 42 anni, ferendola con diverse coltellate e poi sgozzandola.

di Elena Paletti

Nona Movila è l’ennesima vittima di un femminicidio avvenuto per mano del marito. E’ successo in casa dell’anziana signora novantenne di cui era la badante. Lo scenario che si è presentato agli occhi della badante che avrebbe dovuto dare il cambio a Nona, e che ha chiamato i carabinieri, deve essere stato agghiacciante:due corpi morti a terra nel sangue: i loro corpi sono stati trovati in due stanze, lui nel bagno, lei nel salotto, a terra, della palazzina al primo piano abitata da una anziana pensionata.

Gli investigatori, in base alle testimonianze dei vicini, riferiscono che i coniugi, genitori di cinque figli, si stavano separando. Lui non accettava che la moglie gli avesse chiesto la separazione ed il delitto si è consumato dopo l’ennesima furibonda lite.

Secondo i carabinieri un figlio della coppia, un bambino di sette anni, avrebbe assistito all’uccisione della madre che, si è chiuso in assoluto mutismo e sotto choc è stato preso in cura dagli psicologi della ASL.

I coniugi vivevano a Montecerboli una frazione di Pomarance, in Valdicecina lui faceva il camionista ed era arrivato in Toscana di recente. La coppia viveva in paese con tre dei cinque figli (due vivono ancora in Romania, una ragazzina quindicenne ed un ragazzo appena diciottenne).

By