Esplosione alla Teseco: “la causa è una reazione chimica”

PISA – Alla Teseco, azienda che si occupa dello smaltimento di rifiuti industriali e speciali, questa mattina c’è stata un’esplosione. Non ancora chiare le motivazioni della suddetta esplosione, ma in cielo si è alzata una nube colorata, anche se non si sa se sia o meno di natura tossica, dirigendosi verso la città. Nessun ferito, sul posto operano i vigili del fuoco.  Una fonte interna riporta però che al personale sarebbe stato consigliato di rimanere all’interno dell’edificio, evitando di uscire e respirare parte della nube colorata.

Aggiornamento, Ore 13.00: L’esplosione è stata causata dall’ipoclorito di sodio a contatto con altre sostanze. Fortunatamente la forte pioggia della mattinata ha dissolto la nube, di colore giallo, che si stava avvicinando alla città. Anche i ragazzi delle scuole dei dintorni e il personale di altri uffici sono stati invitati e rimanere negli edifici.

Aggiornamento delle 13.30:  “L’esplosione – spiega una portavoce dell’azienda – è avvenuta durante normali operazioni di carico di un autospurgo di un nostro cliente e ha sprigionato un’alta colonna di fumo bianco, provocato dalla presenza di ipocloriti, senza tuttavia determinare problemi per la salute pubblica. L’incidente è stato causato da una reazione chimica”.

Ultim’ora delle 16.00: “. Confermato ufficialmente dalle autorità: nessuna nube tossica dopo l’esplosione alla Teseco.

You may also like

By