Estate 2015. il dispositivo di soccorso dei Vigili del Fuoco

PISA – La stagione estiva è iniziata all’insegna del caldo torrido; condizione che rende facilmente incendiabile la vegetazione dalle sterpaglie al bosco ai campi coltivati.

vigili del fuoco

Per fornire alcuni dati oggettivi, negli ultimi 3 mesi nella Provincia di Pisa si sono verificati 126 interventi hanno interessato incendi di vegetazione in genere per una durata di circa 74 ore e con l’impiego complessivo di circa 630 unità; in questi incendi si sono persi circa 25 ha di vegetazione. In questi ultimi anni il dispositivo di soccorso del Comando Provinciale di Pisa, nel periodo estivo, non viene incrementato e pertanto ci si trova a fronteggiare questa emergenza stagionale con l’organico ordinario.

In questo quadro di difficoltà oggettiva una importantissima eccezione è la convenzione stipulata con il comune di Vecchiano, che prevede il potenziamento del dispositivo di soccorso terrestre presso la sede del distaccamento volontario VF a Filettole. Il servizio si svolge dal 01.07 al 29.08 dalle ore 11.00 alle ore 19.00 con l’impiego di una squadra composta da 5 unità di cui 3 permanenti e 2 volontari dotati di una APS Auto Pompa Serbatoio a copertura dell’area del comune di Vecchiano. La squadra è in grado di rispondere con efficacia a interventi per incendi di vegetazione in genere ed altri interventi non caratterizzati da elevata criticità (es …..incidenti, sopralluoghi e verifiche di varia natura ecc.).

Ma per i VVF di Pisa l’estate non è solo emergenza incendi di vegetazione ma anche soccorso acquatico. A tal proposito al fine di potenziare la risposta a questo tipo di emergenze, dovuto da un elevato afflusso di turisti nel litorale, le Amministrazioni Comunali di Pisa e Vecchiano hanno siglato una apposita convenzione inserendo i Vigili del Fuoco nei loro programmi legati alla sicurezza in mare a supporto della Capitaneria di Porto competente per il Soccorso in mare. Sono stati identificati specifici presidi di vigilanza individuati, per il Comune di Pisa nella Base Nautica VF posta sul V.le D’Annunzio in prossimità di Bocca d’Arno con l’impiego di un gommone a doppia motorizzazione ed una moto d’acqua, oltre alla postazione nautica presso il porto di Marina di Pisa dove è presente una imbarcazione specificatamente attrezzata per l’incendio dotata di spingarda e liquido schiumogeno. Per quanto riguarda il comune di Vecchiano è stato individuato il tratto di arenile in Marina di Vecchiano che va dalla foce del Serchio e si estende per circa 300m direzione nord e prevede l’impiego di una moto d’acqua.

Entrambe i servizi hanno avuto inizio il 20 di giugno e si estenderanno fino al 13 di settembre nei giorni di sabato e domenica dalle ore 9.00 alle ore 19.00 con la presenza di 2 operatori/presidio. Il personale che svolge questa attività ha conseguito abilitazioni specifiche che vanno dalla conduzione di mezzi nautici, moto d’acqua e brevetto di Assistente Bagnante e che mantiene le proprie abilità operative partecipando ad attività di addestramento per tutto l’anno.

E’ auspicabile poter adottare simili convenzioni anche per altre zone della Provincia esposte a maggior rischio di incendio e dove l’afflusso turistico aumenta sensibilmente in questa stagione, al fine di garantire un efficace dispositivo di soccorso con il potenziamento di uomini e mezzi sul territorio e riducendo i tempi di intervento. Si ricorda inoltre che in caso di necessità i cittadini possono rivolgersi alla sala operativa del Comando tramite il numero di soccorso dei Vigili del Fuoco 115. Si coglie inoltre l’occasione per precisare che il CNVVF ha un ruolo fondamentale nella campagna antincendi boschivi in particolare per quanto riguarda l’impiego dei mezzi aerei.

Il dispositivo di soccorso ed intervento aereo dei VVF in generale può contare su 20 elicotteri, dislocati strategicamente sul tutto il territorio di cui una parte destinati all’antincendio boschivo, e su 19 Canadair CL 415, trasferiti dal dipartimento della Protezione Civile ed affidati al Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco che ne assicura l’efficienza e l’impiego operativo ed assumendo la responsabilità preminente dello spegnimento degli incendi boschivi con mezzi aerei, compito di rilievo nazionale assegnato allo Stato.

By