EuroSurf 2019 Italia spettacolo: il pisano Federico Nesti sul tetto d’Europa. Oro anche per Bevilacqua e Papa

PISA – Sono terminati gli EuroSurf 2019 a Santa Cruz, in Portogallo e sono terminati anche gli aggettivi per descrivere l’impresa della squadra azzurra, assoluta dominatrice di questa competizione continentale.

di Antonio Tognoli

Tre ori individuali, il primo posto nella classifica a squadre. L’Italia è sul tetto d’Europa, addirittura superando la già straordinaria impresa del 2017 che aveva visto la squadra azzurra terminare la competizione sul secondo gradino del podio.

Il via lo aveva dato Claire Bevilacqua, con lo storico oro nello shortboard femminile, il primo oro azzurro in una categoria Open olimpica nella storia del surf. Ma oggi l’incredibile e’ diventato realta’.

Federico Nesti pisano doc di Tirrenia domina la finale del Longboard maschile, con una grandiosa rimonta sul portoghese Dantas, favorito alla vigilia. Una prestazione eccelsa, condita da punteggi straordinari , una vittoria di testa, a dimostrare a tutta Europa che l’Italia del surf e’ la squadra da battere.

Neanche il tempo di festeggiare che in acqua nella finale ripescaggi shortboard entra Edoardo Papa, il giovanissimo talento azzurro, che lotta come un leone ma non riesce ad accedere alla finale medaglie, dopo aver esaurito ogni energia gareggiando ininterrottamente per 15 giorni.

Appena 18 anni un talento immenso e tutto il tempo dalla sua, chiude con un sesto posto che sa di vittoria soprattutto per la classifica a squadre e lancia la volata per Francesca Rubegni, nella finale Longboard F.Francesca, concentratissima, controlla da par suo la finale è si piazza ad aspettare l’onda giusta per quasi 20 minuti, poi l’onda arriva. E’ un sette. Tutti a casa. Rubegni campione d’Europa, Italia prima nella classifica a squadre. La gioia e’ incontenibile, il team azzurro riesce nell’impresa di fare la storia, davanti a Portogallo, Germania, Spagna.

I campioni siamo noi, i campioni sono Bevilacqua, Nesti, Rubegni, i campioni sono i componenti di un team perfetto, coeso, unito, che ha saputo spingersi, supportarsi, reagire da campioni.

Una vittoria che e’ della Fisw, che questa squadra ha sputo selezionare ed amalgamare, una vittoria degli uomini sul campo, dei selezionatori, dei tecnici. Una vittoria di tutta la squadra.Una squadra che resterà nella storia, una squadra che, nel nostro sport e’ già leggenda.

Eccoli, i campioni d’Europa. ShortBoard M D’amico, Papa N Taliani.

ShortBoard F Bevilacqua, Gussoni, Legati. Long M, Nesti, Long F, Rubegni.

By