Ex nerazzurri: Adriano Sodano, 54 metri di gioia ma senza vitto e alloggio

PISA – Un gol pazzesco da 54 metri. Adriano Sodano, classe 1990, entra nella storia del Trani.

Una prodezza simile si era verificata soltanto 73 anni fa, stagione 1939-40 (Prima divisione pugliese), autore il terzino Girone che, nell’ultima giornata di quel campionato, realizzò da 60 metri il gol del definitivo pareggio del Trani a Brindisi (1-1). Anche in quella circostanza (31 marzo del 1940) ad aiutare il giocatore del Trani ci fu il sostegno del vento, ciò non toglie merito alla prodezza balistica.

Pane con Adriano Sodano ai tempi del Pisa (Foto Fabio Lelli)

Da Girone a Sodano, è ancora un difensore a salire alla ribalta. In questo caso, però, c’è una storia nella storia da raccontare. Sodano è tra quei 5 giocatori che da stasera non hanno più vitto e alloggio garantito. Il proprietario della casa dove il calciatore vive ha già fatto sapere di non voler più ospitare Sodano e compagni. Stesso discorso lo ha fatto il proprietario del ristorante dove i tesserati del Trani andavano a mangiare. «Non so come faremo, Sbarzaglia ha promesso di trovarci una soluzione. Mi auguro sia così, altrimenti è un bel problema. Il gol che ho fatto è la soddisfazione della vita, uscire imbattuti da Nardò è un’impresa che dedichiamo a tifosi, a quei pochi che ci sono stati vicini ed a noi stessi».

tratto da traniviva.it

By