Ex nerazzurri. Lorenzo Scarafoni: “Complimenti a Pagliari. I tifosi mantengano la stessa passione verso questa squadra”

PISA – Continua la carrellata degli ex calciatori nerazzurri dell’era d’oro di Romeo Anconetani ed uno di questi e’ l’ex attaccante Lorenzo Scarafoni, che parla in esclusiva a Pisanews.net

LA SCHEDA. Lorenzo Scarafoni e’ nato ad Ascoli Piceno il 4 dicembre 1965, ed ha militato nel Pisa in due campionati di serie B dal 1991 al 1993 segnando 21 reti. Ha vestito le maglie di squadre prestigiose, iniziando dall’Ascoli, squadra della sua citta’, per poi passare da Bari,Triestina,Cesena,Palermo,Ancona e Ravenna. Attualmente è allenatore, anche se in questo campionato e’ rimasto fermo,vma ha iniziato ad allenare la primavera della Fermana, per poi fare il vice allenatore nel Bologna e nel Livorno a fianco di Mister Mazzone, oltre ad allenare poi Andria, Avellino, Centobuchi e di nuovo Fermana.

Lorenzo, è un piacere sentirti dopo tanti anni. Cosa stai facendo attualmente?

“Attualmente nulla son rimasto fermo. Nel campionato 2011/12 ero allenatore alla Fermana in eccellenza, dove a gennaio 2012 eravamo primi con 5 punti di vantaggio sulla seconda, ma poi la societa’,capeggiata da un gruppo toscano, per contrasti con le istituzioni locali ci ha detto che non era piu disponibile a tirare fuori i soldi ed ha venduto dei giocatori, ma nonostante cio’ ai playoff ci siamo arrivati”.

Che ricordi hai di Pisa?

“Di Pisa ho dei bellissimi ricordi sia del Presidentissimo Romeo e sia della citta’:tra l’altro mia figlia Cecilia e’ nata a Pisa”.

Raccontaci qualche aneddoto con Romeo…..

“Aneddoti ce ne sarebbero tanti, ma ne ricordo uno nella settimana che precedeva la partita del Pisa ad Ascoli. Pensa che mi ero stirato, ma lui mi disse: “Lei domenica deve giocare”, a meta’ settimana porto noi della squadra a cena fuori e nello stappare una bottiglia di spumante, il tappo finì sul mio piede e lui era felice e poi quella domenica ad Ascoli giocai e il Pisa vinse 2 a1 e segnai un gol ed esultai con molto entusiasmo, visto che i miei concittadini mi avevano pesantemente beccato per tutta la partita”.

Con chi sei rimasto in contatto dei compagni di quel tempo?

“Ero molto amico di Franco Rotella, che purtroppo ci ha lasciato, con lui condividevo la camera nei ritiri, suo figlio Simone e mia figlia nacquero nello stesso periodo, un legame forte quello fra me e lui. Poi sento spesso Silvio Picci,bpisano,bche tra l’altro ha interessi a Pescara e passa a volte da Ascoli Piceno e sono in contatto con Gianluca Berti, ex portiere nerazzurro”

Hai avuto modo di seguire le gesta del Pisa attuale?

“Non ho avuto modo di seguirlo spesso ma intanto mi sento di fare i complimenti a Mister Pagliari per l’ottimo lavoro svolto. Ritengo che abbia fatto buone cose con una squadra costruita con risorse limitate, quindi ripeto merito a lui ed ai giocatori”.

Chi conosci nel Pisa attuale?

“Conosco solo Christian Amoroso, per averlo allenato nel Bologna e che reputo un giocatore serio. So che ha fatto bene come allenatore degli allievi. Se riesce a trasmettere le virtu’ che possiede, potrà ‘ sicuramente far bene anche da allenatore”.

Per ultimo,vuoi mandare un messaggio ai tifosi pisani?

“Raccomando loro di mantenere la stessa passione per i colori nerazzurri di quando c’ero io a giocare nel Pisa, perche’ per chi gioca a calcio è importante il sostegno dei tifosi e non si puo’ fare a meno di esso”

SOTTO LORENZO SCARAFONI (foto tratta da sportsworldcards.com)

20130709-231411.jpg

By