Fabiano Santacroce a Pisanews: “Pisa squadra fortissima. Darò il massimo per il Cuneo”

PISAFabiano Wellington Santacroce, classe 1986, difensore di origine brasiliana, ma ormai italiano a tutti gli effetti, è il giocatore più importante della rosa del Cuneo.

di Maurizio Ficeli

Santacroce possiede tra l’altro un curriculum di tutto rispetto avendo giocato in Nazionale ed in Club di serie A importanti come Napoli e Parma. Pisanews lo ha contattato per saggiare come è l’attesa nel team piemontese in vista di questa gara dell’Arena Anconetani di lunedì 17 settembre alle ore 20.45

D. Grazie Fabiano, per aver accettato l’invito del nostro portale, vediamo che hai un curriculum calcistico di grande prestigio, soddisfatto della tua carriera?

R. “Sicuramente sono soddisfatto ma anche rammaricato al tempo stesso in quanto nel mio percorso calcistico ho anche avuto infortuni e situazioni che mi hanno penalizzato, però, tmalgrado ciò, il bilancio è certamente positivo,in quanto ho giocato in Nazionale ed in serie A”.

D. Sei approdato al Cuneo quest’anno, soddisfatto di questa scelta?

R. “Sì, sono assolutamente soddisfatto di essere a Cuneo, dove ho trovato una società che mi permette di allenarmi per poter tornare al cento per cento delle mie potenzialità. Certo,nella categoria della serie C vorrei essere di passaggio ma adesso penso a salvarmi e darò tutto per questo Cuneo”.

D. Che squadra è la compagine piemontese?

R. “Siamo una squadra formata in prevalenza da giovani e gente nuova, alla quale io cerco umilmente di mettere a servizio la mia esperienza, visto che ho fatto una buona carriera, quindi ritengo di poter essere di aiuto per i miei compagni di squadra più giovani”.

D. Che giudizio dai sul Pisa, vostro prossimo avversario?

R. “Il Pisa è una squadra fortissima, temibile nel suo complesso e costruita per arrivare in alto. Certo magari in questo inizio di campionato sarebbe forse stato meglio incontrare altre squadre ma tanto o prima o dopo, dovremmo incontrarle tutte”.

D. Conosci qualche giocatore in particolare che milita nella compagine nerazzurra?

R.Si, conosco diversi giocatori per averli affrontati come avversari o per averci giocato insieme come Francesco Lisi, di cui sono grande amico e che non vedo l’ora di affrontare da avversario, e poi Nicolas Izzillo”.

D. Con quale spirito scenderete in campo all’Arena Anconetani?

R. “Noi dovremo scendere in campo sereni, cercando di fare la nostra partita, senza stare a pensare alle insidie che ci potrà riservare questa gara”.

D. Un’ultima domanda, prima di concludere, è quella riguardo al “tormentone estivo” ai vertici del calcio che ha creato ritardi nell’inizio di questo campionato di C. Che ne pensi?

R. “Penso che certe cose non dovrebbero andare in questa maniera, sicuramente ci sono stati errori, perchè con questo ritardo sull’inizio del campionato dover trovarsi a giocare una gara vicino all’altra non è assolutamente positivo. Auspico che in futuro si trovino soluzioni positive che possano eliminare certe lungaggini e stucchevoli ‘tira e molla ‘ “.

SI RINGRAZIA PER L’INTERVISTA MARCELLO CUSATO, ADD.STAMPA CUNEO CALCIO.

By