Fabrizio Lucchesi: “Due punti non conquistati. Farò di tutto per sistemate la situazione societaria, ma non dipenderà solo da me”

PISA – Il presidente nerazzurro Fabrizio Lucchesi parla della sfida con la Maceratese e della situazione societaria.

SULLA PARTITA. “Più che due punti persi, sono stati due punti non conquistati. La partita ha segnato l’1-1 e dobbiamo accettarlo. Era una partita difficile, grintosa, non siamo stati capaci di portare a casa i tre punti, anche per una giornata infelice da parte dell’arbitro. Noi eravamo nelle condizioni di fare di più. Oggi abbiamo dimostrato di essere più forti di loro, ma dobbiamo dimostrarlo nel proseguo del torneo. L’arbitro non deve essere un alibi, anche loro possono sbagliare, il problema è che questa volta ha sbagliato più di la che di qua, ha fatto innervosire il pubblico. Insomma lasciamo perdere dobbiamo guardare avanti”.

SULLA SQUADRA E SUL MERCATO. “Lo stato di forma sta crescendo e ti garantisce uno standard di prestazione medio alto. La vittoria oltre che stravoluta, sarebbe stata meritata. Quando una squadra esprime dei valori di aggregazione a Gennaio si rischia di rompere questo giocattollino. Verso il 21 – 22 dicembre abbiamo deciso con Gattuso di fare il punto della situazione sul mercato e di dare al mister delle alternative. Non cercheremo il salvatore della patria, ma giocatori che servono”.

SULLA SITUAZIONE SOCIETARIA. “Sull’aspetto societario sono ottimista, il box per Tomei al mercato lo prenoto, ma il problema societario non vi nego che c’è. Il 27 dicembre ci sarà l’assemblea. Quel giorno approverò a maggioranza il bilancio, ma sarà Carlo Battini che dovrà fare la ricapitalizzazione, sono convinto che Battini lo farà e non faccio nessuna accusa su Battini, anche se non vi nego che davanti a testimoni ha detto che non ricapitalizzerà. Spero che lui alla fine ottemperi agli impegni e si comporti così solo per ottenere uno sconto. L’assemblea ho cercato di farla prima possibile, ma non è stato possibile. Il 27 Dicembre sarà il 180 giorno che siamo qua, ma il 16 dicembre c’è la prima scadenza degli stipendi con cifre rilevanti, si parla di milioni importanti e quindi sarà necessario sapere che strada prenderemo. Il bilancio e’ pubblico in sede, con una perdita ingente che può cambiare la storia di un club. Quello che vi dico è che non si arriverà al 27 dicembre, ma la questione si risolverà prima. State tranquilli, cecherò si fare il massimo perché la situazione vada a posto, ma non dipenderà tutto da me”.

By