Fabrizio Lucchesi: “Pisa è una piazza dove si può fare calcio. Credo di aver fatto cose buone rispetto alle possibilità che avevamo”

PISA – Da tempo se ne parlava e tutto si è materializzato ufficialmente dopo la sconfitta al “Matusa”. Oggi è stato c’è stato l’addio ufficiale del Direttore Generale Fabrizio Lucchesi, che ha tenuto presso il Tower Plaza la conferenza stampa dei saluti, dopo aver incontrato nel pomeriggio di ieri il presidente Carlo Battini. Le strade di Lucchesi ed il Pisa, dunque si separano.

“A Pisa a me piaceva starci, purtroppo i piani societari non corrispondono a quelli che io vorrei portare avanti e quindi e’ giusto che le mie strade e quelle del Pisa si dividano. Spero in un prossimo futuro di tornate a Pisa. Mi piacerebbe molto farlo e lavorare

“Questa mi esperienza mi ha confermato che Pisa è una piazza dove si può fare calcio e farlo in maniera ottimale. E’ arrivato il momento che il Presidente faccia la sua strada. Non so quali saranno i progetti futuri. Non ne abbiamo avuto modo di parlarne insieme. La mia decisione di andare via era già maturata tempo fa, qualunque fossero stati i risultati raggiunti. In quest’ultimo periodo c’è stato ben poco tempo di ragionare, perché eravamo concentrati sui play-off, che volevamo vincere e quindi non c’è stato il tempo di pensare al mio futuro, ma ripeto io avevo già preso le mie decisioni in merito”.

“Credo di aver fatto cose buone – prosegue l’ormai ex Dg nerazzurro – rispetto alle possibilità che avevamo. Se ho fatto qualche errore non spetta certo a me dirlo, ma agli altri”

“Che cosa non rifarei? Mi sembra sarei ipocrita dire cosa non rifarei, perché quando fai le cose è come un momento storico e prendi la decisione che ti sembra migliore, sapendo che purtroppo le cose non si possono fare due volte”.

“Il mio futuro? E’ tutto da disegnare, mi guarderò intorno, ma per il momento non ci sono novità all’orizzonte”.

20140530-145553.jpg

By