FACCE NUOVE #10 – Francesco Di Tacchio, il nuovo metronomo nerazzurro

PISA – E’ stato uno dei primi colpi sferrati da Lucchesi al suo insediamento, alla ricerca di un punto di riferimento fondamentale da fornire al nuovo Pisa in mezzo al campo. Il primo passo per la rifondazione della compagine nerazzura doveva consistere necessariamente nell’individuzione di un nuovo cervello per qualita’ e quantita’, ritrovato in Francesco Di Tacchio.

Pugliese originario di Trani, appena venticinquenne (20/04/1990), Di Tacchio rappresenta un mediano dalle buone doti fisiche (81 kg per 186 cm) e tecniche, che sin dalla stagione 2008 ha calcato i campi della serie B mettendo in evidenza il suo talento. Dopo aver mosso i primissimi passi nella squadra Nuovo Globo della provincia di Barletta egli infatti passa a 15 anni all’Ascoli, che appena maggiorenne lo fa esordire nel Campionato Cadetto con ben 12 presenze di cui 5 da titolare. Si comporta molto bene attirando le attenzioni di compagini del Massimo Campionato, in particolare della Fiorentina che lo ingaggia a titolo definitivo,  aggregandolo alla rosa dei suoi campioni. Tuttavia il giovane centrocampista non colleziona in Toscana durante l’annata 2009/2010 nessun gettone e l’anno successivo inizia una serie di prestiti tra Serie B e Lega Pro per avere tempo e spazio di esprimere le sue capacita’.

La prima esperienza in B e’ a Frosinone, dove nella stagione 2010-2011 egli coglie 20 apparizioni totali condite da un gol, mentre l’anno dopo si trasferisce piu’ a sud alla Juve Stabia di Piero Braglia, in cui mette assieme 12 presenze.  Un anno importante nella sua carriera e’ il 2013 che lo vede a gennaio essere ingaggiato con grande fiducia dalla Virtus Entella, che lo preleva via Fiorentina dal Perugia, tra le cui fila Di Tacchio aveva ben figurato on 12 presenze e 1 gol.

A Chiavari il mediano sin da subito riceve le redini del gioco da mister Prina e diventa una pedina fissa con 11 comparse da titolare su 15 ed una rete a referto. E magica e’ la stagione seguente, 2013-2014, quella della cavalcata in Serie B per l’Entella e la piu’densa di soddisfazioni per Di Tacchio, che raccoglie 21 presenze tutte dal 1 minuto e un gol di pregevole fattura al Venezia grazie ad una precisa conclusione dai 20 metri. Con la promozione della compagine ligure, egli riassapora i campi della Serie B, e nonostante da Aprile in poi non vengapraticamente piu impiegato da mister Aglietti, riesce a portare a termine un’altra stagione molto positiva con 26 gettoni totali.

Ed eccoci al passaggio del 26 agosto al Pisa. Una decisione doppiamente significativa tanto per il giocatore, pronto a scendere ancora di categoria e farsi valere al centro di un progetto nuovo di zecca. E per il Pisa, che affida il controllo della zona nevralgica del campo ad un prospettivo di sicuro valore e affidabilita’.

Foto: Fonte You Tube

By