FACCE NUOVE 11 – Giulio Sanseverino, sostanza e talento al servizio di Mister Gattuso

PISA – A nostro avviso e’ stato lui ieri il migliore in campo contro l’ostico Ancona, entrando a freddo alla mezz’ora delprimo tempo al posto dell’infortunato Di Tacchio e risultando la vera sorpresa di giornata. Stiamo parlando di Giulio Sanseverino, centrocampista interno palermitano classe ’94 protagonista della nuova puntata  di “Facce Nuove”.

5c3d11a0f2e4de902d778531d52c2592-49170-e763108da8e65c31412f2b89c2190803

Dicevamo sorpresa, ma dopo l’ultima molto positiva stagione al Savoia e i grandi colpi mesi in mostra da giovanissimo con la maglia rosanero, uno degli ultimi arrivati in casa pisana era stato gia’ allenato come Varela da Gattuso nella parentesi siciliana del Coach nerazzurro. Classe 10/04/1994, Sanseverino compie la sua trafila nel mondo del calcio tra le fila del Palermo sin dagli esordi sino ad arrivare alla Primavera, che lo incorona punto fermo ed interessantissimo talento con i suoi 10 gol in 54 presenze.

Al termine delle due stagioni strepitose nel’estate del 2012 Gian Piero Gasperini allora allenatore della squadra maggiore lo premia aggregandolo al suo gruppo e permettendogli pure l’esordio in Serie A. L’annata 2012-2013 riserva pero’ la grande amarezza della retrocessione tra i cadetti e il conseguente passaggio di testimone della panchina che arriva nelle mani proprio di Gennaro Gattuso, che permette al giovane centrocampista di esordire anche in Serie B. Tuttavia la fuminante retrocessione di “Ringhio” sostituito da Iachini porta meno spazio a Sanseverino che a gennaio viene allora mandato in prestito in Lega Pro 1A DIV all’ambizioso Perugia in lotta per la promozione diretta.

In Umbria il ventenne trova soltanto 450′ per 8 presenze al termine di un’annata comunque positiva per la vittoria del Campionato e l’ascesa in B del club, ma al termine del prestito Sanseverino non viene riscattato e fa ritorno al Palermo nel frattempo salito in A. Il neopromosso Savoia in Lega Pro C si interessa a lui e lo acquista allora a titolo definitivo,con il primo tecnico Bucaro che lo lancia immediatamente titolare adattandolo ad attaccante esterno nel suo 4-3-3. Il neoacquisto lo ripaga alla grande segnando il gol dell’1-1 alla prima in Campionato contro il Melfi (30 Agosto) e quello purtroppo del 2-3 nella sconfitta interna al cospetto del Benevento il 14 settembre.

Sanseverino ha finalmente l’opportunita’ di mettere in risalto con continuita’ il suo talento, e nonostante la sua squadra vada incontro col passare del tempo ad una situazione tecnica e societaria sempre piu’ difficile egli rimane una delle poche note liete della stagione. L’ex-Palermo infatti porta a casa complessivamente 20 apparizioni di cui 17 titolare condite da 3 assist e la capacita’ di districarsi anche nei ruoli di trequartista e mezzala, suo ruolo naturale.

Il Savoia termina il suo annus horribilis non soltanto con la retrocessione diretta tra i Dilettanti ma anche nel segno del fallimento, a fronte del quale Sanseverino si trova svincolato nei mesi estivi e in attesa di una chiamata svolge la preparazione con l’Equipe Sicilia. Poi a fine mercato arriva la chiamata del vecchio coach Gattuso, che ieri lo lancia subito e con merito in campo nella corrida contro l’Ancona. Il centrocampista non lo delude e anzi assume il controllo in quantita’ e qualita’ del gioco e al fischio finale si candida ad essere un’arma importantissima per questo Pisa.

By