Fare per fermare il declino torna sul tema della sesta porta: “Aspettiamo risposte dal sindaco”

PISA – “Fare per Fermare il Declino di Pisa ha chiesto al Sindaco, di rendere conto in maniera puntuale dello stato di realizzazione del Piano Strategico: dei ritardi, dei costi supplementari, delle fattibilità vere, delle trattative, delle vendite immobiliari fallite, come quelle della Sesta Porta. fermare_il_declino_fare1Fare ha chiesto inoltre informazioni sulla previsione economica e finanziaria che dovrebbe reggere tutta la strategia, che sembra affidata a trattative estemporanee, fatte volta per volta. Sono passate un paio di settimane e non abbiamo avuto nessuna risposta. Sembra che il sindaco, specie sotto elezioni europee, preferisca parlare di nuovi cantieri che aprono (Cittadella). Tace invece su come, una volta aperti, questi cantieri vadano a finire. O a non finire. Riteniamo che su tutti i problemi e i fallimenti del Piano Strategico ci debba essere una risposta chiara da parte del Sindaco e dell’intera amministrazione comunale. È una risposta dovuta, non tanto a Fare per Fermare il Declino, quanto a tutti i cittadini, che hanno diritto ad un rendiconto chiaro e convincente delle tante promesse fatte, sui progetti iniziati e mai finiti, sui progetti sbagliati, sulla vendita dei terreni di Ikea, sul buco della Sesta Porta. Nell’occasione invitiamo anche tutte le forze di opposizione a esprimersi sul Piano Strategico: noi siamo pronti al confronto pragmatico con qualsiasi parte politica, senza nessuna preclusione di tipo ideologico. Ci interessa alla fine il risultato di una amministrazione efficiente e trasparente, tale da essere in ogni momento verificabile da parte dei cittadini pisani”. Donatella Lauro, Coordinatrice comitato Fare per Fermare il Declino di Pisa.

By