Fase 2. Michele Conti: “Misure del Governo non convincono. Occorre piano economico di sostegno a cittadini e imprese”

PISA – “Abbiamo realizzato un video dove si possono vedere alcuni luoghi della città completamente deserti come mai prima d’ora era accaduto e infrastrutture completamente ferme. Per quanto ancora dobbiamo vedere piazza dei Miracoli e il nostro litorale senza turisti, l’aeroporto Galilei senza passeggeri in arrivo o partenza o la stazione centrale senza pendolari?”. Così il sindaco di Pisa Michele Conti all’indomani dell’annuncio delle misure della fase 2. Nei giorni scorsi il Comune di Pisa ha girato alcune immagini in città e sul litorale trasformate nel video “Pisa in lockdown”, da Tommaso Casigliani che ha anche realizzato le musiche.

«Le nuove misure del Governo – continua Conti – non convincono perché non sembrano contenere un piano organico e una tempistica certa per la riapertura del Paese e delle nostre città. Manca, poi, un vero piano economico di sostegno alle imprese e all’economia reale e ai cittadini. Voglio sottolineare il grande sforzo che in queste settimane è stato fatto dai sindaci per garantire assistenza e servizi ma dal Governo abbiamo avuto poco o niente per i nostri cittadini. A Pisa sono arrivati appena 471mila euro, che abbiamo già esaurito, per distribuire Buoni Alimentari. Ma i problemi non sono certo esauriti così. Come Comune stiamo predisponendo un piano da 15 milioni per imprese, professionisti e piccole attività ma siamo consapevoli che da soli non bastiamo».

«Capisco che non possiamo abbassare la guardia dal punto di vista sanitario per garantire il massimo della sicurezza per tutti ma c’è una grave crisi economica in corso e una altrettanto grave sociale cui far fronte rapidamente ma il Governo, nonostante tante dirette televisive, sembra assente o non comprendere la portata di quello che sta accadendo sui territori».

By