E’ fatta per Roberto Zammarini dal Mantova. Il giocatore iscritto al gruppo “Io sto con Ringhio”

PISA – Sarà Roberto Zammarini , classe 1996, il primo colpo dell’era Corrado, come da noi annunciato nei giorni scorsi. Il centrocampista ormai ex Mantova sarà ufficializzato nelle prossime ore. Il Pisa ha battuto la concorrenza del Genoa. Oggi il giocatore sosterrà le visite mediche. Il suo arrivo è certificato dalliscrizione su Facebook al gruppo “Io Sto con Ringhio“.

di Antonio Tognoli

Il primo nome non è altisonate e di grido, ma al Pisa la parola principale in questo momento è programmazione, quindi largo ai giovani (bravi) che possono essere utili alla causa anche in prospettiva futura e soprattutto essere impiegati proprio come vuole Gattuso: in varie zone del campo e impiegabili anche in corso di partita nelle varie zone del terreno di gioco.

Zammarini infatti può fungere sia da mediano nella zona centrale del campo (la posizione che di solito occupa Verna per intenderci), ma anche da trequartista. Al Pisa serve forse al momento più nella seconda  opzione, visto che la squadra nerazzurra, ha bisogno in questa seconda parte di stagione, di un giocatore che verticalizzi il gioco per servire le punte che finora hanno svolto un grande lavoro, ma hanno segnato pochi gol ed hanno avuto pochi palloni a disposizione per farlo.

Nel Mantova (Lega Pro) Zammarini fino ad oggi ha realizzato quattro reti giocando un ottima prima parte di stagione, tanto da finire sotto la lente di ingrandimento di clubs di serie A e B. Il Pisa ha battuto tutti mettendo sul piatto una bella cifra. L’era Corrado è solo all’inizio. Il Pisa ha appena iniziato a costruire il futuro. Dalle fondamenta.

L’addio al Mantova è già arrivato dalle colonne della Gazzetta di Mantova: “Ringrazio il presidente Musso perché mi ha permesso di andar via, capendo che per me questa è una grande occasione». In biancorosso ho vissuto 11 anni e resterò sempre legato a questi colori. Sarò il primo tifoso anche da lontano e spero davvero che la squadra riesca a salvarsi”

L’elenco dei ringraziamenti è ovviamente lunghissimo “Devo qualcosa a tutte le persone con cui ho avuto a che fare in questi 11 anni. Tutti gli allenatori, i compagni di squadra, i componenti degli staff tecnici… Davvero tutti mi hanno sempre aiutato e io li ringrazio. Negli ultimi anni, poi, devo citare Pavesi che mi ha allenato nella Berretti e tutti i mister della prima squadra, da Juric fino a Graziani. Senza dimenticare ovviamente i tifosi, che ci sono sempre stati vicini, anche nei momenti più difficili e ai quali auguro di cuore di poter festeggiare a fine stagione la salvezza”.

Zammarini ha già un occhio al futuro: “Andare a giocare in B, agli ordini di mister Gattuso è una cosa che mi rende davvero felice. Spero di far bene e non vedo l’ora di iniziare”,

By