Fc Ponsacco. Matteo Caciagli: “A Marzo fra le prime quattro della classifica”

PONSACCO – “Dove vogliamo arrivare? Qua ci sono tutti gli ingredienti per fare bene: siamo un grande gruppo che ha alle spalle una società seria e ambiziosa e una piazza innamorata dei colori rossoblù. Quel che succederà non lo so, ma un obiettivo è meglio fissarlo fin da ora: a marzo dobbiamo essere fra le tre o quattro”. Mai banale Matteo Caciagli, numeri alla mano l’uomo di maggiore esperienza fra quelli a  disposizione di mister Maneschi: 32 anni e 252 partite da professionista con tantissime maglie, dal Pisa al Tuttocuoio passando anche per il Gavorrano che i rossoblù incontreranno sabato.

Di sicuro non lo è in campo ma nemmeno fuori. Perché di chilometri sul rettangolo verde il centrocampista dell’Fc Ponsacco 1920 ne ha macinati tanti, sicuramente più che abbastanza per farsi un’idea delle potenzialità e anche per capire se e quando alzare il tiro. “Proclami e frasi altisonanti sono da presuntuosi e noi non dobbiamo commettere l’errore di esserlo: anzi – spiega – dobbiamo avere il massimo rispetto per ogni avversario perché questo sarà un campionato all’insegna dell’equilibrio. Unito, però, alla consapevolezza dei nostri mezzi che sono importanti: per le qualità dei singoli sicuramente, dalla cintola insù ma anche nel reparto arretrato che per me è fra i più forti del campionato. E soprattutto per il clima che si respira nello spogliatoio e l’alchimia fra squadra e ambiente”.

Convinzioni neppure lontanamente scalfite dal pari di domenica con il GhiviBorgo: “Anzi, direi che è esattamente il contrario – sottolinea Caciagli -: siamo tornati da Bagni di Lucca con ancora più consapevolezza dei nostri mezzi. Perché abbiamo giocato contro una squadra forte, siamo andati due volte sotto riuscendo sempre a rimontare e alla fine ci è rimasto anche il rammarico per le tantissime occasioni da gol create nel secondo tempo e che non siamo riusciti a concretizzate”. L’opportunità per farlo, comunque, è vicina: nell’anticipo di sabato, infatti, al Comunale di via della Rimembranza arriva il Gavorrano. “Sono partiti male ma rimangono una squadra importante e resto convinto che alla lunga verranno fuori e proprio per questo riuscire a batterli avrebbe una duplice importanza:  daremmo un messaggio chiaro e forte al campionato e distanzieremmo ulteriormente una delle possibili avversarie dirette”.

By